Sito ufficiale delle Piccole Suore Missionarie della Carità (Don Orione)

E-mail Stampa PDF

Spiritualità e carisma

 

CONTEMPLAZIONE E AZIONE

Amore al silenzio e alla solitudine, e vita vissuta in mezzo agli uomini in un dono di sé senza fine, a tutti i fratelli. Primato di Dio in un servizio universale agli uomini. In Don Orione l'attività non è contraria alla contemplazione, egli è un grande contemplativo nell'azione.


Il primato di Dio
E' un amore che unisce a Dio, alla Vergine, ai santi. Don Orione ama il Signore; vive questa passione di amore per il suo Signore, è innamorato di Gesù ma vive il suo rapporto con Lui nel suo rapporto coi poveri, con gli infelici. Non il ricordo di Uno vissuto duemila anni fa, ma il contatto reale e concreto con la persona viva del Cristo; egli non può vivere senza di Lui. Per questa sua unione egli diviene in Cristo lo strumento di Dio per la salvezza degli uomini, ed è in forza di questa sua unione che egli entra, è spinto nel mondo, vive fra gli uomini, opera per loro, è a loro servizio.

Il santo della carità
Don Orione è il santo della carità. Nessun'anima forse é stata più incalzata e bruciata dalla carità divina. é questo amore che fa l'unità. Questo amore lo unisce a Dio, questo amore lo unisce agli uomini, questo amore gli chiede tutto, non lo può dispensare nei confronti di alcuno. L'amore è sorgente di ogni attività da quella interiore della preghiera a quelle che impegnano l'uomo in ogni opera in servizio a favore degli uomini.

CATTOLICITÀ
Per Don Orione il Papa è la roccia su cui poggia non solo la Chiesa, ma la coesione e la salvezza del mondo. Al contrario di essere segno di fanatismo settario, è condizione a un abbraccio di carità universale, è nota essenziale di una spiritualità aperta, senza confini.

MODERNITÀ E TRADIZIONE
Don Orione è sensibilissimo al processo della storia. Fedele a Cristo, fedele alla Chiesa, fedele soprattutto al mistero della croce, egli vive non estraneo ai problemi dell'ora, non chiuso alle urgenze dei tempi. La sua fedeltà alla tradizione si unisce in lui non solo all'impegno di una promozione umana, ma al sentimento vivo di una modernità, all'esigenza di un rinnovamento.

DESTINAZIONE UOMO
"Nel più piccolo degli uomini brilla l'immagine di Dio": e perciò Don Orione si mise alla ricerca degli uomini, specie dei più piccoli e dimenticati e trascurati, di chiunque avesse un dolore, una necessità, e si offrì a servire. In ogni uomo egli ama, adora, serve il "sacramento di Dio". "Servire negli uomini il Figlio dell'uomo". Il suo amore cercava di arrivare al singolo per rispondere ai suoi problemi, non solo quelli evidenti, costituiti da una malattia, da un handicap, dalla povertà materiale, ma anche quelli nascosti, quelli profondi dell'animo grazie a quel colloquio con gli individui che egli ricercò per tutta la vita. Si possono comprendere le mille trovate della sua carità per arrivare a tutti: la fittissima corrispondenza, la rete di amicizie, i colloqui richiesti e offerti senza risparmio di tempo e di fatica, gli incontri con persone ufficialmente sgradite, il recupero di lontani...