Sito ufficiale delle Piccole Suore Missionarie della Carità (Don Orione)

Genova/Quezzi: Ricordo e futuro, Sant’Agostino Roscelli per i bimbi dell’Abbraccio di Don Orione

03 settembre

anteprima1 0309018Quando si inizia un cammino, si parte da un punto e si volge lo sguardo ad una meta, che sarà un nuovo inizio per un nuovo tratto di strada…

 

A Genova, le Suore dell’Immacolata e l’Abbraccio di Don Orione hanno iniziato un cammino insieme il 16 maggio di quest’anno, data che ha riunito i festeggiamenti per il bicentenario della nascita di Sant’Agostino Roscelli, fondatore delle Suore Immacolatine, e per la canonizzazione di San Luigi Orione, fondatore della famiglia carismatica orionina.

 

Il ricordo di quella giornata è ancora vivo in chi l’ha vissuto e il cammino ci ha portato al 1° settembre, ultimo giorno del triduo che compie le celebrazioni dell’anniversario della nascita di S. Agostino Roscelli: le Consorelle Immacolatine rappresentanti le diverse nazioni (Argentina, Cile, Canada, Francia e Italia), accompagnate dalla Madre Generale Sr. Rosangela Sala, hanno voluto così lasciare un segno tangibile della carità che anima il loro carisma ed il loro Istituto, a memoria della nascita del bimbo Agostino.

 

La giornata è iniziata presto condividendo il pellegrinaggio diocesano alla Madonna della Guardia al Monte Figogna, in mattinata le Suore Immacolatine, i responsabili ed i volontari dell’Associazione L’Abbraccio di Don Orione si sono riuniti nella Cappella dell’Apparizione; lì la Madre Generale Sr. Rosangela ha consegnato loro ufficialmente le offerte raccolte da tutte le comunità a favore dei neonati che vengono accolti nella nostra Casa.

 

Nel pomeriggio la visita all’ “Abbraccio Don Orione”, dove le Consorelle hanno potuto toccare con mano come il loro gesto si farà strumento davvero di carità e di “maternità” nei confronti dei piccoli. Sr. M. Gabriella Perazzi, Consigliera economa delle Piccole Suore Missionarie della Carità, ha rivolto loro il ringraziamento della Congregazione, preceduto dalla visita della Casa. In seguito, il Presidente dell’Associazione Prof. Ezio Fulcheri ha ricordato come è nata l’Associazione e lo scopo e le modalità dell’accoglienza.

 

A ricordo di questo incontro tra due Santi della Carità, ancora dei segni, accolti con grande gratitudine e gioia: una bellissima Madonna con bambino ed il quadro di Sant’Agostino Roscelli, che saranno posti nella Casa in ristrutturazione “Abbraccio 2”.

 

Questa la dedica: “Due sacerdoti, missionari rurali, animati dalla stessa passione: amare Dio ed amare ogni persona, ci spronano oggi a fare altrettanto perché non abbiamo che una vita per lodare il Signore!”.

E così sia.

S. M.

Last modified on Lunedì 03 Settembre 2018 09:50