Sito ufficiale delle Piccole Suore Missionarie della Carità (Don Orione)

XII Capitolo Generale

logo-pagina-xii-capitolo

 

 

Il XII Capitolo Generale delle Piccole Suore Missionarie della Carità

si svolgerà a Roma, nella Casa generale delle PSMC

in Via Monte Acero, 5

dal 1° al 30 maggio 2017.

 

 

Il motto e il tema:

immagine 1 pagina XII CG

Come scrive la Superiora generale Madre M. Mabel Spagnuolo nella lettera di Convocazione del Capitolo Generale: "Questo motto ripropone le parole che Don Orione ha scritto alle PSMC, nella Magna Charta del 18 agosto 1921. Questa lettera del nostro Fondatore, costituisce un vero e proprio testamento spirituale rivolto specificamente a noi, sue figlie. In essa troviamo il compendio della nostra identità e missione.

Ogni abbandonato trovi in voi una sorella in Gesù Cristo e una madre, e, mentre sanerete i dolori del corpo, donate alle anime la luce e il conforto di Dio. Ad ogni passo trasfondete fede e purezza, dolcezza e amore di Dio! Donatevi tutte a Dio, per essere tutte del prossimo, e non lasciate di istruirvi per rendervi capaci di illuminare le mente, per acquisire le anime".

 

Continuando a leggere le parole della Superiora Generale nella Convocazione del XII Capitolo generale, presentiamo il Logo, l'Obiettivo e le Motivazioni del C. G.

 

Il Logo:

Nel logo del XII Capitolo Generale, si è cercato di plasmare in forma grafica, lineare e sobria, il messaggio principale contenuto nel motto e nel tema.

LOGO XII CG UFFICIALE

La fiamma rossa e la Croce: sono al centro, perché l’amore di Dio, manifestato al mondo nella Croce di Cristo, è la fonte della vita e della carità. L’amore di Dio arde nei nostri cuori ed è questo stesso amore che ci invia alla missione. A questo amore “doniamo” tutta la nostra vita. Inoltre, evoca sottilmente, il simbolo orionino dell’”Instaurare omnia in Christo”.

La mano di donna: segno della nostra disponibilità versoDio, come “discepole”, e verso il prossimo, come “missionarie”. È una mano femminile, simbolo dell’offerta di tutto ciò che siamo come donne consacrate: “madri e sorelle dei poveri”, “tutte di Dio e tutte del prossimo”.

Il cuore missionario: con i colori che rappresentano icinque Continenti, indica l’orizzonte universale della nostra vocazione e missione. Siamo donne dal “cuore senza confini”, come quello di Don Orione; la nostra carità raggiunge le periferie del mondo con l’evangelizzazione e col Vangelo della carità. Ma è un cuore che richiama, nella sua forma la “M” di “Maria”: siamo “discepole missionarie” con un cuore cristologico e mariano.

 

 L’obiettivo:

Le PSMC, in atteggiamento di coraggiosa apertura alle sfide della svolta antropologica e alle realtà culturali dove sono presenti, alla luce dell’incontro di Gesù Risorto con Maria Maddalena, e con la spinta carismatica ricevuta dalla recente celebrazione del Centenario di Fondazione, celebrano con speranza e con gioia il XII Capitolo Generale 2017.

In docilità allo Spirito Santo, vogliono:

-          Vivere come intero Istituto, una forte esperienza di incontro con Gesù Risorto,

-          Valutare il cammino fatto nel sessennio, in particolare nell’impegno per dare forma al “nuovo stile di vita”, e l’attuazione delle Decisioni del Capitolo Generale precedente,

-          Analizzare, riflettere e discernere, sulla linea delle conclusioni dell’ultima Assemblea generale 2014, le nuove sfide, priorità, linee di azione per il prossimo sessennio 2017/2023, e decidere in coerenza con esse,

-          Eleggere le sorelle indicate dallo Spirito Santo per animare la vita e la missione dell’Istituto, in sintonia con quanto il Capitolo Generale decide per il sessennio 2017/2023.

La testimonianza e la parola di Papa Francesco sono un forte richiamo a seguire, con rinnovato impegno, la loro vocazione e missione, a vivere la bellezza e la gioia della loro identità di figlie di Don Orione e a “uscire” verso le periferie dell’umanità con la profezia della carità, come Piccole Suore Missionarie della Carità.

 

Le motivazioni: 

- Arrivando alla celebrazione del XII Capitolo Generale, ci troviamo di fronte alla valutazione del sessennio, delle Decisioni presenti negli Atti dell’XI CG e in modo particolare quella sullo “stile di vita”. Le celebrazioni capitolari ai tre livelli ci fanno vedere i frutti, ma anche le lacune che ancora sussistono nel cammino verso la realizzazione della nostra vocazione e missione, come PSMC, nella Chiesa e nel mondo odierno. Sono presenti nella vita delle consorelle e delle comunità, tanti segni di vita, che ci portano a lodare il Signore e a ringraziare la sua Divina Provvidenza per l’opera che senza sosta continua a realizzare in noi. Sono anche presenti delle lacune che, se le guardiamo con gli occhi della fede e della speranza, sono per noi vere sfide, che possono orientare il futuro con rinnovato entusiasmo e impegno, per rimetterci sotto la luce dello Spirito Santo e riscoprire le vie, sempre nuove e creative, che ci vuole indicare di fronte al nuovo sessennio, che ci si apre con la celebrazione del XII Capitolo Generale.

 

- La celebrazione del Centenario di Fondazione è stata per tutte le PSMC la principale fonte, per la quale abbiamo: ringraziato il Signore per il bene seminato lungo il cammino, rinnovato la gioia della nostra vocazione e missione nella Chiesa e consolidato il nostro senso di appartenenza all’Istituto. Siamo chiamate, ancora una volta, da Gesù a seguirlo con cuore povero, casto e obbediente per “dare la vita cantando l’amore”. Anche la Chiesa, attraverso Papa Francesco, attende da noi la “profezia della carità e della misericordia”, incarnata con “fedeltà creativa” nelle nuove povertà del nostro tempo.Il Capitolo Generale è un particolare tempo di grazia per discernere le nuove vie dello Spirito Santo, affinché si realizzi in ogni piccola suora missionaria della carità il “disegno del Padre di Instaurare omnia in Christo”, di essere con la vita, con la parola e con le opere, vere “Missionarie della carità… missionarie di Dio perché Dio è carità; …missionarie di Gesù Cristo, perché Gesù Cristo è Dio ed è Carità; … missionarie cioèevangelizzatrici e serve dei poveri, perché nei poveri noi serviamo, confortiamo ed evangelizziamo Gesù Cristo” (cfr. Cost. art. 1).

 

- Di fronte all’importante evento del XII Capitolo Generale, tutte le PSMC, senza eccezione, siamo chiamate in prima persona ad offrire il contributo personale e comunitario per discernere le principali urgenze nella vita delle persone, delle comunità e delle opere, e identificare le linee di azione comuni, che orientino in modo positivo e fecondo i prossimi sei anni della vita del nostro Istituto.

Occorre disporre i nostri cuori in apertura e docilità alle mozioni dello Spirito Santo, con coraggio e creatività, con responsabilità e senso di appartenenza, perché il presente e il futuro dipendono dalle opzioni che facciamo, dallo spirito di collaborazione e di adesione attiva a quanto il Signore vorrà “dirci” attraverso le Decisioni capitolari.

È fondamentale maturare il senso di responsabilità e di libertà interiore di fronte alle risposte che ci si chiedono nei diversi capitoli (locali, provinciali e generale), di fronte alla scelta delle consorelle, che ci rappresenteranno e, per ultimo, l’amore alla congregazione di fronte alla risposta e al coinvolgimento nella vita e nello sviluppo del carisma.

 

Download documenti e materili

Vai alla pagina dedicata ai precedenti Capitoli Generali

 

 

 

--- pagina in allestimento ---