Email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Prendete il mio giogo sopra di voi, dice il Signore, e imparate da me, che sono mite e umile di cuore” (Mt. 11,29). Oggi 19 giugno la Chiesa celebra la Solennità del Sacro Cuore di Gesù.

10 maggio 

anteprima2 1009019Dal 7 al 9 maggio, promosso dalla Provincia Mater Dei, si è tenuto a Genova un incontro di formazione permanente sulla missionarietà con l’obiettivo di rivitalizzare il nostro anelito missionario per essere sempre più una congregazione in uscita.

 

Nell’incontro la relatrice sr. Fernanda Barbiero delle suore Dorotee di Venezia ci ha accompagnate in un percorso davvero illuminante!

Con uno sguardo contemplativo abbiamo approfondito alcuni stralci della Evangelii Gaudium con particolare riferimento all’espressione usata al n 273 dove si legge: ”Io sono una missione su questa terra e per questo mi trovo in questo mondo. Bisogna riconoscere se stessi come marcati a fuoco da tale missione di illuminare, benedire, vivificare, sollevare, guarire, liberare.”

Papa Francesco ci richiama alla contemplazione del dono della missione, il dono più grande che Dio ci ha fatto il cui perno è il Vangelo, che è Gesù, intorno al quale ruota tutta la missione della Chiesa. Al centro di tutto c’è la gioia del Vangelo che riempie il cuore e la vita di coloro che incontrano Gesù.

 

La missione quindi è qualcosa di permanente ed imprenscidibile che dà “forma” alla stessa vita religiosa; è una sovrabbondanza di amore e di gratuità che ci rende “cristofore”, capaci di portare agli altri Gesù lasciandosi coinvolgere dalla sua stessa passione per l’uomo.

 

La missione allora è oltre ogni confine, è una “nostalgia per l’umano”, una ricerca continua di quel “Volto”, di quell’appartenenza che ci ha “marcati a fuoco” per sempre e che ritroviamo, amiamo e serviamo nei piccoli, nei poveri… nei più lontani da Dio nei quali “brilla l’immagine di Dio”!

 

Così come ha fatto san Luigi Orione, anche noi siamo chiamate a guardare tutto dalla ”periferia” coltivando uno sguardo nuovo, ravvivando la dimensione missionaria e profetica della vita religiosa, passando dall’essere credenti all’essere credibili con quel ”Caritas Christi urget nos!” che ci contraddistingue come Piccole Suore Missionarie della Carità.

 

Dal profumo di “nardo” a Betania del primo giorno di incontro abbiamo insieme fatto esperienza della bellezza e creatività della missione che si esprime in ciascuna di noi come risposta all’amore ricevuto, dono e “mandato” di evangelizzazione attraverso le opere di misericordia ai “crocifissi di questo mondo”.

C. P.

GUARDA IL VIDEO

10 maggio

anteprima2a 1009019Casa Serena Don Orione di Bellocchi di Fano si prepara alla V Marcia Podistica per l'Handicap aperta a tutti di Domenica 12 Maggio in onore di San Luigi Orione. L'entusiasmo è alto e le Ragazze prontissime al "Pronti... partenza, via!

L'evento si svolgerà in collaborazione con il M.O.V (Movimento Orionino Volontari) e con l'U.N.I.T.A.L.S.I. di Fano.

 

10 maggio

anteprima1a 1005019Domenica 12 maggio 2019, la Chiesa cattolica celebra la 56a Giornata mondiale di preghiera per le vocazioni dal tema Come se vedessero l’invisibile, tratto dall’esortazione apostolica Evangelii Gaudium . La Giornata istituita dal Papa- Paolo VI nel 1964, si celebra ogni IV domenica di Pasqua.

 

 

Ogni Diocesi e ogni Chiesa particolare prepara la Giornata mondiale di preghiera per le vocazioni con iniziative di riflessione e veglie che prendono spunto dal messaggio del Papa che ha per titolo: Il coraggio di rischiare per la promessa di Dio.

I due temi Come se vedessero l’invisibile e Il coraggio di rischiare per la promessa di Di diventano uno solo in chi, intravvedendo “qualcuno, l’invisibile” trova il coraggio di rischiare e di fidarsi di Dio.

 

Scrive il Papa nel messaggio: “Dio non vuole che la nostra vita diventi prigioniera dell’ovvio, intrappolata in abitudini quotidiane e inerte di fronte a scelte che invece potrebbero darle significato. Non vuole che ci rassegniamo a vivere alla giornata spegnendo l’inquietudine interiore di cercare nuove rotte per il nostro navigare e pensando che in fondo “non c’è nulla per cui valga la pena impegnarsi con passione”.

“La vocazione – ha scritto ancora Francesco -, è un invito a non fermarci sulla riva con le reti in mano, ma a seguire Gesù” nella strada che lui ha pensato per ciascuno di noi, per la felicità nostra e di coloro che vivono accanto a noi".

Leggi tutto

09 maggio

anteprima1 905019Dal 6 al 10 maggio si svolge a Roma, presso l’Hotel Ergife, la XXI Assemblea Plenaria della UISG (Unione Internazionale Superiore Generali), dal titolo “Seminatrici di speranza profetica.”

 

 

Suor Carmen Sammut, msola (Presidente UISG), annunciando l’Assembla in un video, ha detto che questo tema ci spinge a riflettere su come le religiose possono essere segni di speranza “in un mondo di divisioni e guerre” e “per le tante donne e bambini che soffrono”.

Partecipano all’Evento circa 850 Superiore Generali provenienti da 80 paesi diversi, che insieme cercano le risposte a queste domande. Sono 13 le lingue ufficiali e circa 40 gli ospiti invitati tra relatrici, rappresentanti delle Conferenze continentali delle/dei religiose/i e dei Dicasteri Vaticani, e altre/i responsabili di Organizzazioni partner della UISG.

 

Le riflessioni taccano temi importanti quali l’interculturalità, la visione di futuro della vita religiosa, l’integrità della creazione (Laudato Sì), il dialogo interreligioso.  Per la prima volta è possibile seguire in streaming le conferenze principali in lingua originale (la maggior parte in inglese e alcune in spagnolo), collegandosi alla piattaforma https://zoom.us/join/622-095-529

Il 10 maggio le Superiore generali incontreranno Papa Francesco in Udienza privata. In questa occasione il Papa lancerà la Campagna per i 10 anni di Talitha Kum dal titolo “Nuns Healing Hearts”.

 

Per Informazion e approfondimenti

 PROGRAMMA Plenaria

07 maggio

anteprima 0705019Fervono i preparativi in occasione della festa liturgica di San Luigi Orione nel 15° anniversario della Canonizzazione (2004 Roma – Piazza San Pietro) al Santuario della “Madonna della Guardia” di Tortona dove riposa il corpo del santo della carità.

La celebrazione principale sarà giovedì 16 maggio alle ore 18 presieduta dal vescovo diocesano Sua Ecc.zza Mons. Vittorio Francesco Viola.

 

Leggi tutto

 

3 maggio

anteprima2 0305019Il 26 aprile le suore dell’equipe di Pastorale Giovanile Vocazionale della Provincia “N. S. Di Luján” si sono riunite, presso la Casa provinciale a Buenos Aires, con la Consigliera generale incaricata dell’area Suor M. Rosa Delgado Rocha per aggiornarla sul lavoro che si sta portando avanti nella provincia, presentare la realtà giovanile di ogni zona, condividere inquietudini, preoccupazioni, sfide e anche gioie e frutti che si stanno già vedendo.

 

È stato un incontro fraterno nel quale abbiamo espresso l’allegria di far parte della Pastorale Giovanile; Suor M. Rosa ci ha ricordato che lavorare in quest’area alimenta la nostra stessa vocazione perchè possiamo testimoniare ognuna che così è nella nostra vita. Ringraziamo Dio che ci ha chiamate ad offrire questo servizio alla Provincia che dà vita alla nostra vocazione nonostante tutte le sfide che ci presenta oggi il lavoro con i giovani, così come diceva il nostro Padre Fondatore “Non si semina mai invano nel cuore dei giovani”.

Inoltre Sr. M. Rosa ha condiviso con noi qualcosa di molto bello; ci ha invitato a non dimenticare mai la forza dell’intergenerazionalità delle Pastorale Giovanile Vocazionale, dove le sorelle più grandi ci donano la saggezza dell’esperienza acquisita lungo il cammino percorso e le più giovani ci offrono la forza della vita...

 

Suor Rosa ha parlato anche della Giornata Mondiale dei Giovani Orionini a Tortona, come si svolgerà, il significato del logo e del motto, le attività ecc. E ci ha inviato a viverlo come famiglia nelle nostra Provincia adattandolo però alla realtà propria di ogni luogo, specialmente per coloro che non potranno assitervi.

 

Ringraziamo per questo spazio di ascolto, di condivisione fraterna con la nostra consorella e chiediamo a Don Orione di continuare a seguire il nostro lavoro nella Pastorale mostrandoci il cammino per avvicinare oggi i giovani a Gesù sapendo che “La miglior Carità che possiamo fare ad un’anima è darle Gesù”, affincè possiamo annunciare un Gesù vivo e presente nella nostra vita quotidiana e che ogni giovane possa scoprire dove Gesù lo sogna felice.

Maria nostra celeste fondatrice ci accompagni... Ave Maria e Avanti!”

Equipe di PGV (Provincia N. S. di Luján)

03 maggio

anteprima2 0205019Nei giorni della Settimana santa, presso la Casa proviciale delle Piccole Suore Missionarie della Carità di Buenos Aires, è stato organizzato un ritiro per giovani accompagnato da Sr. Catalina, Sr. Nancy, insieme alle postulanti e alle aspiranti. Hanno condiviso alcuni momenti con i giovani anche la Superiora generale e le consigliere che si trovavano in Argentina per la Visita Canonica generale.

Sr. M. Nancy ci racconta questi giorni vissuti nell'attesa della Pasqua. 

 

Il ritiro si è svolto da mercoledì sera a domenica dopo mezzogiorno e quest'anno è stato preparato come una settimana santa con Don Orione, tenendo conto dei diversi eventi della famiglia carismatica.

Durante questi giorni è stato consegnato il testo del Vangelo del giorno e una lettera di Don Orione. Mercoledì l’incontro è iniziato con una presentazione reciproca dei partecipanti e con il ritiro, per chiudersi poi con l’adorazione nella notte.

 

Il giovedì è stata organizzata una mattina di servizio nel Cottolengo di Avellaneda e nel pomeriggio una riflessione su questa esperienza e sulla risposta di Don Orione a una necessità concreta. Insieme alla Comunità della Casa provinciale abbiamo parteciapto all’ultima cena del Signore e abbiamo chiuso la giornata, accompagnando a turni Gesù per tutta la notte.

Il venerdì mattina abbiamo avuto un incontro con l’associalzione Alcolisti Anonimi in fase di recupero, insieme ai giovani della Comunità di Lujan Porteño e nel pomeriggio il lavoro personale e la celebrazione della Passione di Gesù con le Confessioni. Nella notte la Via Crucis per le strade del quartiere insieme alla comunità Parrocchiale.

Sabato mattina abbiamo vissuto un momento bellissimo con Maria, la donna fedele in tutta la vita di Gesù. Nel pomeriggio ha condiviso la sua testimonianza di vita P. Damien, cresciuto nella Comunità di Lugano e con una forte esperienza di Don Orione come figura paterna. Poi la veglia del Sabato Santo e la celebrazione della cena per la Pasqua con la Comunità di suore che erano madrine della preghiera per ciascuno dei giovani che hanno fatto il ritiro. Abbiamo chiuso la notte con canzoni e tanta allegria.

Che Gesù continui a toccare il cuore dei giovani per mostrare loro il suo grande Amore verso tutti!

 Hna. Nancy  

03 maggio

anteprima2 0205019Nei giorni della Settimana santa, presso la Casa provicniale delle Piccole Suore Missioanrie della Carità di Buenos Aires, è stato organizzato un ritiro per giovani accompagnato da Sr. Catalina, Sr. Nancy, insieme alle postulanti e alle aspiranti.

Hanno condiviso alcuni momenti con i giovani anche la Superiora generale e le consigliere che si trovavano in Argentina per la Visita Canonica generale.

Sr. M. Nancy ci racconta questi giorni vissuti con i giovani nell'attesa della Pasqua. 

 

Il ritiro si è svolto da mercoledì sera a domenica dopo mezzogiorno e quest'anno è stato preparato come una settimana santa con Don Orione, tenendo conto dei diversi eventi della famiglia carismatica.

Durante questi giorni è stato consegnato il testo del Vangelo del giorno e una lettera di Don Orione. Mercoledì l’incontro è iniziato con una presentazione reciproca dei partecipanti e con il ritiro, per chiudersi poi con l’adorazione nella notte.

 

Il giovedì è stata organizzata una mattina di servizio nel Cottolengo di Avellaneda e nel pomeriggio una riflessione su questa esperienza e sulla risposta di Don Orione a una necessità concreta. Insieme alla Comunità della Casa provinciale abbiamo parteciapto all’ultima cena del Signore e abbiamo chiuso la giornata, accompagnando a turni Gesù per tutta la notte.

Il venerdì mattina abbiamo avuto un incontro con l’associalzione Alcolisti Anonimi in fase di recupero, insieme ai giovani della Comunità di Lujan Porteño e nel pomeriggio il lavoro personale e la celebrazione della Passione di Gesù con le Confessioni. Nella notte la Via Crucis per le strade del quartiere insieme alla comunità Parrocchiale.

 

Sabato mattina abbiamo vissuto un momento bellissimo con Maria, la donna fedele in tutta la vita di Gesù. Nel pomeriggio ha condiviso la sua testimonianza di vita P. Damien, cresciuto nella Comunità di Lugano e con una forte esperienza di Don Orione come figura paterna. 

Poi la veglia del Sabato Santo e la celebrazione della cena di celebrazione per la Pasqua con la Comunità che ha fatto conoscere tutte quelle suore che erano madrine della preghiera per ciascuno dei giovani che hanno fatto il ritiro. Abbiamo chiuso la notte con canzoni e tanta allegria.

Rendo Grazie a Dio affinchè Gesù continui a toccare il cuore dei giovani per mostrare loro il suo grande Amore verso tutti.

 Hna. Nancy 

 

 

02 maggio 

anteprima1a 0205019Durante il mese di aprile la Superiora generale Madre M. Mabel Spagnuolo insieme alle Consigliere generali ha svolto la Visita Canonica generale alla Provincia “N. S. di Luján” (Argentina – Paraguay – Uruguay).

 

 

Nel corso di questo intenso periodo sono state realizzate visite congiunte nelle numerose comunità della provincia dove le suore orionine costituiscono una presenza attiva, gioiosa e importante non solo nelle opere ma anche nel tessuto sociale delle località nelle quali vivono e sono inserite.

 

La Visita è iniziata il 1° aprile con un incontro delle visitatrici con la Superiora provinciale Sr. M. Trinidad Almada. In questa Provincia, che è la più numerosa della Congregazione, le PSMC offrono diversi tipi di servizi: pastorale educativa, catechesi ed animazione dei giovani e nelle scuole, ascolto e preghiera con i più bisognosi ricoverati negli ospedali, animazione spirituale e assistenza dei disabili, di animazione vocazionale nelle Parrocchie. Portano avanti, inoltre, la pastorale missionaria sia nei quartieri rurali che in quelli periferici delle città, sono vicine ai carcerati, agli anziani agli “ultimi” delle nostre odierne società.

Le visitatrici hanno vissuto anche momenti belli e gratificanti nei numerosi incontri svolti con il personale e con i tantissimi laici e benefattori che collaborano e sostengono con amore e generosità le opere orionine nella Provincia. Non è mancata la visita al santuario della vergine di Itatì, tanto caro a Don Orione, e l’incontro della Madre generale insieme alla Vicaria Sr. M. Sylwia, con il cardinale Mario Poli, arcivescovo di Buenos Aires.

 

Al termine della Visita Canonica è stato realizzato un incontro tra il Consiglio generale e quello provinciale, per condividere i frutti della visita. Le visitatrici hanno ringraziato tutte le comunità per la loro fraternità, testimonianza e accoglienza.

In ogni comunità visitata sono stati consegnati i simboli delle PSMC: la bandiera della Congregazione con lo stemma approvato nel XII Capitolo generale, il gagliardetto e gli spillini con il motto: “Caritas Christi urget nos!”

 

La Visita Canonica Generale prosegue in questi giorni nella Provincia “Nostra Signora Aparecida” (Brasile – Capo Verde).

Pagina 1 di 165

L'utilizzo dei cookie concorre al buon funzionamento di questo sito e favorisce il miglioramento dei servizi offerti all'utente. L'accesso ai contenuti del sito e l'utilizzo dei servizi implica accettazione dell'utilizzo dei cookie.