finalmente 1 

Il 13 aprile 1895 Luigi Orione fu ordinato sacerdote da Mons. Igino Bandi, nella cappellina dell’Episcopio di Tortona, Finalmente, ce l’aveva fatta!

Scrivendo molti anni dopo al suo Vescovo Mons. Grassi, egli dirà: “Quando ho ricevuto la Sacra Ordinazione, mi ero disteso in corpo ed in ispirito – perinde ac cadaver – ai piedi della Chiesa”.
La notte precedente però Don Orione l’aveva trascorsa in modo almeno insolito: “Vi era molti anni fa – ricorderà egli stesso - un Vicario Generale della diocesi di Tortona, Mons. Andrè, il quale fu assistito in morte da me, proprio il giorno della mia prima Messa…”.

Durante quella Prima Messa, domanda al Signore la grazia che chiunque lo avvicini, l’aiuti, o, anche solo senta fare il suo nome, sia portato a salvezza; e per i suoi collaboratori implora tre doni: “pace, pane e paradiso…”.
Voleva essere il sacerdote per i più lontani, per quelli del “fuori chiesa”: - “Fine del Sacerdozio è di salvare le anime e di correr dietro specialmente a quelle che, allontanandosi da Dio, si vanno perdendo. Ad esse io devo una preferenza non di tenerezza, ma di paterno conforto e di aiuto al loro ritorno, lasciando, se necessario, le altre anime meno bisognose di assistenza. Gesù non venne per i giusti, ma per i peccatori..." 
Quel giorno scrive il suo programma, nel quale emerge la sua illuminata visione ecumenica: "Preservatemi, o Signore, dalla funesta illusione, dal diabolico inganno che io prete debba occuparmi solo di chi viene in chiesa e ai sacramenti, delle anime dei fedeli e delle pie donne. Certo, il mio ministero riuscirebbe più facile, più gradevole; ma io non vivrei di quello spirito di apostolica carità verso le pecorelle smarrite, che risplende in tutto il Vangelo".

Questo è il momento in cui la Piccola Opera della Divina Provvidenza fa la sua comparsa ufficiale nel mondo. Don Orione inizia ad avere dei collaboratori; dei chierici che con lui daranno vita ad un nuovo istituto di religiosi.

L'utilizzo dei cookie concorre al buon funzionamento di questo sito e favorisce il miglioramento dei servizi offerti all'utente. L'accesso ai contenuti del sito e l'utilizzo dei servizi implica accettazione dell'utilizzo dei cookie.