22 dicembre

anteprima1 2212014Dalla comunità delle PSMC di San Sebastiano Curone, ci è giunto il racconto di una “giornata speciale” per gli ospiti della Casa di Riposo “S. Giuseppe”…

 

Giornata speciale, martedì 16 dicembre, alla Casa di Riposo San Giuseppe di San Sebastiano!

La mattinata si era annunciata grigia ed umida, ma ecco una grande sorpresa: tantissimi piccoli e gioiosi raggi di sole sono arrivati a riscaldare i cuori e ad illuminare gli sguardi dei nostri Nonni!

Sono i bambini delle cinque classi della Scuola Primaria di San Sebastiano Curone appartenenti all’Istituto Comprensivo di Viguzzolo, che accompagnati dalle loro carissime insegnanti, sono venuti a trovarci per portare i loro auguri di Buon Natale!

Così, tra squisite danze e allegri cori, con tanta fantasia e bravura tutti gli alunni si sono esibiti nei canti natalizi, stupendoci addirittura con canti in rumeno, tedesco, inglese… scelti apposta per augurarci un felice Natale da parte di tutto il mondo!

Inutile sottolineare che tutti gli Ospiti sono stati felicissimi di questa visita, che la Scuola Primaria di San Sebastiano non fa mai mancare da tanti anni alla nostra Casa!

E crediamo che anche i piccoli siano stati contenti di aver regalato un momento di gioia ed allegria ai nonni della loro Valle, che per un po’ sono tornati a vivere l’atmosfera natalizia dell’infanzia…

 

I “nostri” bambini sono tornati alla loro scuola e alle loro case con un piccolo ricordo in più e forse una preghiera da posare davanti a Gesù Bambino per quel nonno o quella nonna che ha loro sorriso, versando una lacrimuccia di commozione…

Noi, da parte nostra, abbiamo messo ai piedi della cara Madonna, nella nostra Cappella, i bellissimi e colorati fiori che ci hanno portato in dono. Fiori belli, come i bambini nella loro innocenza e nella loro gioia e colorati, come i loro desideri e i loro sogni.

Così vogliamo augurare a ognuno di loro che la Santa Madre di Gesù accompagni tutti i bambini, le famiglie ed ogni persona a scoprire, davanti al mistero di un Dio che si fa Bambino, il dono dell’Amore, della Pace e della Gioia che suo Figlio, nascendo, vuole fare a ciascuno di noi!

Sr. M. Sabrina Murzi

Pubblicato in 2014
Lunedì, 15 Settembre 2014 08:28

San Sebastiano Curone: Festa della Fratellanza

15 settembre

anteprima1 1509014La Comunità religiosa della Casa di Riposo “San Giuseppe” di San Sebastiano Curone (AL), domenica 7 settembre, ha festeggiato con gli Ospiti ed i loro parenti, la “Festa della Fraternità”, appuntamento annuale atteso e gradito da tutti, accolti da un bel sole splendente in un giardino abbellito da nastri e fiocchi, frutto di fantasia e di … un gran lavoro!

In questo gioioso pomeriggio di accoglienza e condivisione, hanno partecipato numerosi amici, dipendenti, volontari e benefattori, le Suore di Casa Madre, alcuni bimbi del Piccolo Cottolengo di Tortona, accompagnati dalle Suore e dai volontari, e, a sorpresa, l’Economa Generale Sr. M. Noemi Guzzi e l’Economa Provinciale Sr.M.Carla Tonelli.

Il pomeriggio è iniziato, dopo l’accoglienza e il benvenuto, con la celebrazione dell’Eucarestia, celebrata dal Parroco Don Claudio Baldi, che durante l’omelia ha testimoniato come la Casa sia un punto di riferimento per la Valle per molti motivi: la cura degli anziani, i momenti di preghiera condivisi con le persone della cittadina, grazie anche alla presenza del Cappellano, il servizio accolto nella struttura di Guardia Medica notturna e festiva per la zona…

Ma, Don Claudio ha sottolineato, è soprattutto la carità a permeare i giorni e le attività di questa Casa, amore che permette ad ognuno di vivere sentendo rispettata la propria dignità di persona, che è custodita e promossa nel corpo, nella mente e nello spirito.

Al termine della celebrazione, la Dott.ssa Chiara Poggio, psicologa animatrice della Struttura, ha condiviso con il pubblico i principi che sono alla base della propria attività con gli anziani, il cui fine principale è quello di far riscoprire ad ognuno il valore del proprio essere “persona”, che ha ancora molto da dare e da ricevere.

La Superiora, Madre Ortensia Turati, è intervenuta a conclusione, ribadendo come l'impegno di tutti sia quello di promuovere la fraternità e i rapporti interpersonali, all’interno della Casa ed all’esterno, soprattutto con chi si trova più in difficoltà; ha quindi fatto appello alla solidarietà di tutti, affinché chi viene a vivere in questa Casa, mantenendo le relazioni con le persone conosciute, possa continuare a sentirsi parte della Comunità in cui è nato e ha vissuto.

Madre Ortensia ha poi rivolto i propri saluti e ringraziamenti alle Consigliere Generale e Provinciale, e in particolare a Sr. M. Noemi Guzzi, che quest’anno festeggia il 50° di consacrazione religiosa.

E per terminare in spensieratezza, sono stati estratti i premi messi a disposizione e si è aperta la pesca di beneficienza, senza dimenticare un graditissimo e ricco buffet, offerto da chi è vicino con affetto alla Casa.

La comunità delle PSMC di San Sebastiano Curone ringrazia il Coro di Vignole Borbera che ha animato la liturgia coinvolgendo l’assemblea con bellissimi canti, il Sindaco di San Sebastiano e le Autorità che hanno partecipato alla giornata, ma soprattutto il loro grazie di cuore va a tutti coloro che, con impegno di forze, tempo e mezzi, hanno fatto sì che la Festa della Fratellanza sia stata una giornata speciale di gioia per i tutti gli Ospiti! 

Pubblicato in 2014

02 settembre

 

madre ortensia turati mentre tiene il suo discorsoCome ormai consuetudine, la prima domenica di settembre presso la Casa di Riposo “San Giuseppe” di San Sebastiano Curone (AL) si celebra la giornata del “grazie”.

Un modo sempre bello per esprimere reciprocamente il senso di gratitudine per il servizio che ogni membro svolge: dalle suore, al personale, ai volontari. Tutto orientato per il bene del prossimo ed in questo caso specificatamente per gli anziani che essa ospita.

La festa si è svolta nel pomeriggio del 1° settembre con l’ascolto di testimonianze dell’animatrice della Casa e Armanda Sano del MLO. Successivamente la celebrazione della Santa Messa presieduta dall’orionino don Pietro Bezzi, direttore della Casa di Riposo Don Orione di Pontecurone.

Nell’omelia don Bezzi ha sottolineato quanto la liturgia della domenica odierna è indicata per la festa che si è preparata. Il tema della fratellanza, della carità che deve essere sempre fatta e vissuta gratuitamente.

Dobbiamo ricordarci che tutti possiamo e dobbiamo dare qualcosa e tutti siamo bisognosi dell’altro. Dobbiamo essere fratelli e sorelle non solo in Chiesa, dove siamo tutti buoni, ma anche fuori, sempre così la giornata della fraternità diventerà una vita di fraternità”.

Fabio Mogni

Pubblicato in 2013

L'utilizzo dei cookie concorre al buon funzionamento di questo sito e favorisce il miglioramento dei servizi offerti all'utente. L'accesso ai contenuti del sito e l'utilizzo dei servizi implica accettazione dell'utilizzo dei cookie.