Lunedì, 27 Luglio 2020 10:45

Gli Eremiti di Don Orione da un secolo a Sant'Alberto di Butrio

Vota questo articolo
(0 Voti)

Il 26 luglio con una solenne concelebrazione è stato ricordato il centenario della presenza dei religiosi orionini a Sant’Alberto di Butrio.

Attualmente abitato da quattro frati e due sacerdoti: fra Ivan, fra Mauro, fra Alessandro (che arriva dall'Argentina), fra Fausto, don Luigi e don Agostino, l'Eremo di Sant'Alberto di Butrio è posto a 697 metri di altitudine, un luogo di pace e di tranquillità nell'Oltrepò pavese.
L’abbazia fu costruita attorno all’anno Mille dall’Abate Sant’Alberto. L’eremo visse i momenti di maggior splendore tra il X e il XV secolo. Fra il 1600 e il 1900 la chiesa venne abbandonata.
Nel 1900 don Orione ripopolò questa struttura facendone la sede degli eremiti della Divina Provvidenza.

Leggi tutto

Letto 42 volte Ultima modifica il Lunedì, 27 Luglio 2020 10:52

Lascia un commento

Assicurati di aver digitato tutte le informazioni richieste, evidenziate da un asterisco (*). Non è consentito codice HTML.

L'utilizzo dei cookie concorre al buon funzionamento di questo sito e favorisce il miglioramento dei servizi offerti all'utente. L'accesso ai contenuti del sito e l'utilizzo dei servizi implica accettazione dell'utilizzo dei cookie.