Lunedì, 24 Novembre 2014 12:26

Documento Finale dell'Assemblea generale 2014

Vota questo articolo
(0 Voti)

PICCOLE SUORE MISSIONARIE DELLA CARITÀ
(DON ORIONE)
DOCUMENTO FINALE DELL’ASSEMBLEA GENERALE DELLE PSMC
BUENOS AIRES, OTTOBRE 2014


APPROVATO PER UNANIMITÀ

 


1. LA PROPOSTA DI UN ITINERARIO

L’Assemblea generale, vissuta in un clima di profondo ascolto alla voce dello Spirito e di grande fraternità, a partire dalle “convergenze” presenti nelle conclusioni delle varie Assemblee provinciali e regionali, ha definito per i prossimi tre anni un processo e itinerario per tutta la famiglia delle PSMC, che ha come obiettivo:


Essere “discepole-missionarie” secondo il nuovo stile individuato dall’XI CG e le esortazioni continue della Chiesa attraverso il magistero di papa Francesco, per rinvigorire l’identità carismatica come consacrate orionine, nel clima di speciale grazia che scaturisce dalla celebrazione dei 100 anni di Fondazione.

 

  • Questo processo implica prima di tutto un nuovo cammino di interiorità, di un nuovo accesso alla “fonte di acqua viva”, con una rinnovata e personale adesione sponsale a Cristo, per una maggiore autenticità di vita, attraverso nuove esperienze di tenerezza, maternità, misericordia e carità e nuove dinamiche di conoscenza di sé e degli altri, di Dio e del proprio tempo storico.
  • Durante questo itinerario si preveda un tempo nel quale condurre tutte le PSMC ad un processo di purificazione a livello personale, comunitario, di Istituto, di famiglia orionina, con i laici, con il creato e con la società (iniziative concrete di perdono e riconciliazione a tutti i livelli, come Giovanni Paolo II ha fatto all’inizio del Terzo Millennio).
  • In perfetta sintonia con quanto Papa Francesco ci dice attraverso l’Evangelii Gaudium, vogliamo ridar valore al “fuori di sacrestia” di don Orione per essere sempre più una “congregazione- chiesa in uscita”, perché i poveri oggi e sempre siano i destinatari privilegiati del Vangelo, soprattutto quelli che sono i più abbandonati e i meno seguiti (EG n.48).
  • All’interno di questo processo, consolidare in ciascuna, l’essere “famiglia” con uno stesso “DNA orionino”, che ci accomuna con tutte le componenti della Piccola Opera della Divina Provvidenza (FDP, MLO, ISO).

 

2. IL CUORE DELL’ITINERARIO

L’Assemblea generale, inoltre, ha individuato delle costanti significative che saranno il nucleo centrale dei progetti di animazione a tutti i livelli (generale, provinciale, locale, personale), per il triennio 2015/2017:

1. rinnovare la dimensione sponsale della chiamata di Dio, curando la vita spirituale, liturgica e sacramentale. In particolare: la celebrazione dell'Eucaristia, la Lectio divina, l'adorazione Eucaristica.
2. formazione alla libertà, al discernimento, alla capacità di decidere per sviluppare una mentalità progettuale che garantisca la continuità della missione carismatica;
3. “rifondazione della carità” all'interno delle nostre comunità e apostolato (Quarto voto).
4. “rivoluzione della tenerezza”, gesti concreti di vicinanza; valorizzazione e promozione dei doni delle consorelle e momenti per la conoscenza personale in comunità;
5. ritorno alle fonti carismatiche con uno studio storico, sociale, spirituale, sistematico e profondo del nostro Fondatore;
6. abilitazione alla lettura dei segni dei tempi per una reale e profetica attuazione del “fuori di sacrestia”;
7. attuazione della localizzazione del PAI nelle nostre realtà comunitarie e apostoliche;
8. rivitalizzazione della PGV, con un progetto sistematico e concreto, e con l’investimento di nuove risorse.


3. L’ATTEGGIAMENTO PERSONALE

Affinché questo itinerario produca i frutti desiderati, è fondamentale e determinante la “decisione”, l’adesione personale di ogni PSMC e l’atteggiamento profondo di docilità-docibilitas allo Spirito Santo.


Questo atteggiamento, che accompagnerà tutti gli ambiti-aspetti da rifondare, sopra individuati, perché ci sia un reale rinnovamento dello stile di vita, è quello del “disimparare” per “imparare” la novità inedita dello Spirito per questo momento storico. Cioè, pensare e realizzare nuove strutture (mentali, spirituali, di governo, di preghiera, di formazione, comunitarie) e forme e dinamiche adeguate al tempo che viviamo per avere Cristo al centro della nostra vita, insieme ai laici, ai giovani, a tutta la Famiglia orionina (cf. Atti n. 24).


4. LE STRUTTURE PRIORITARIE DA “RIFONDARE”

Il cambiamento da tutte auspicato, perché non rimanga una mera idea o un bel desiderio, ha bisogno che, questo itinerario, proponga dei processi di trasformazione e cambiamento (rifondazione) di alcune strutture fondamentali:


1. La vita spirituale rivitalizzata attraverso momenti di preghiera ben curati e preparati e creativi.
2. La formazione a tutti i livelli e a tutte le tappe della vita; privilegiando in modo particolare l’accompagnamento personalizzato.
3. L’animazione (servizio di autorità) a tutti i livelli.


Questo attraverso:

  • laboratori di lectio divina; esercizi spirituali, revisione di vita, incontri vari proposti con dinamiche nuove che rispondano alle esigenze spirituali, psicologiche, umane, culturali della “persona” che siamo oggi (svolta antropologica);
  • abilitare all’animazione, all’accompagnamento e alla comunicazione, unificando gli stili;
  • laboratori esperienziali continuativi di formazione delle superiore locali e provinciali,
  • laboratori carismatici all'interno della comunità e con i laici.


5. SUGGERIMENTI PER AVVIARE QUESTO ITINERARIO

L’Assemblea generale ha anche approvato alcuni suggerimenti da inserire nell’itinerario e alcune dinamiche concrete, a livello generale e provinciale, da tener presente nei progetti generale e provinciali/regionali, del triennio 2015-2017:

 

a. A LIVELLO GENERALE

 b. LIVELLO PROVINCIALE /REGIONALE

Come realizzare l’itinerario:

- Elaborazione di linee base per tutte le PSMC.

- Promuovere un processo di riconciliazione personale e comunitario.

- Promuovere una giornata di richiesta di perdono nel contesto del Centenario di fondazione.

Come animarlo:

- Presentare l’esperienza dell’Assemblea generale personalmente (la Madre, le Consigliere) dove sia possibile la presenza.

- Promuovere laboratori di formazione/abilitazione spirituale e carismatica, specialmente per chi è nel servizio di autorità, per creare unità e continuità di stile e di criteri.

- Sfruttare, per l’animazione di questo itinerario, tutte le istanze e mezzi esistenti: incontri vari, esercizi spirituali, aggiornamenti, progetti provinciali, comunitari e personali.

Aree e ambiti di animazione:

- Formazione delle animatrici

- Formazione permanente

- Formazione iniziale

- Nell’ambito umano e carismatico in tutte le tappe della vita.

Contenuti:

- Derivati dal processo/itinerario purgativo, illuminativo e unitivo approvato dalla presente Assemblea.

- Particolare attenzione ai contenuti dell’identità spirituale e carismatica, alla formazione dei leaders e al servizio apostolico.

 

 

Come accompagnarlo (dinamiche):

- Incontro e accompagnamento personale, dialogo e ascolto

- Lectio divina, comunicazione di vita, riconciliazione fraterna

- Dinamiche di liberazione interiore, di pacificazione

- Laboratori esperienziali

- Dinamiche di incontro fraterno di conoscenza, di festa, di distensione

Utilizzo delle nuove tecnologie della comunicazione:
- Video conferenze e video messaggi della Madre, delle consigliere.
- Social network (Facebook, Twitter, Google+).
- Circolari, “puzzle”, comunicazioni.


Come valutare il processo:

- Frutti visibili nella vita delle consorelle (più gioia, meno disaggio, più vocazioni, meno uscite)
- Secondo la iniziativa del Consiglio generale, utilizzando anche i nuovi sistemi di comunicazione, coinvolgendo le Province, Delegazioni.

Come localizzare l’itinerario:

- Attuare questo itinerario, previo analisi della propria realtà Provinciale/Regionale, assumendo anche quanto ha deliberato l’Assemblea provinciale/regionale.

- Elaborazione del Progetto provinciale/regionale triennale e la rispettiva programmazione annuale per concretizzare il Progetto.

- Coinvolgimento attivo di tutte le Consigliere provinciali e/o regionali nell’animazione secondo le aree. Queste aree saranno programmate in sintonia con l’itinerario e con il Progetto provinciale.

- Utilizzare tutte le istanze già esistenti per l’animazione: incontri comunitari, incontri per zona, aggiornamento, incontri vari secondo programmazione.

Come personalizzarlo:

- Incontri per fasce di età per unificare stili e criteri, con particolare attenzione alle giovani perpetue, alle juniores e alle Suore Sacramentine

- Visite fraterne sistematiche e frequenti alle comunità da parte della Provinciale o delle Consigliere nelle aree di animazione

- Discernimento più accurato da parte del Consiglio provinciale per la proposta di persone per l’animazione o formazione.

- Incontri di formazione per le animatrici di comunità, per abilitarle ad uno stile nuovo di governo, attraverso laboratori, dialoghi personali, accompagnamento personale.

 

Come accompagnarlo (dinamiche):

- Accompagnamento personale delle consorelle da parte della Provinciale: dialogo, ascolto, vicinanza.

- Accompagnamento delle comunità nell’elaborazione del Progetto comunitario, e delle consorelle nell’elaborazione del Progetto personale.

- Accompagnare e incentivare le comunità alla revisione delle strutture organizzative, di vita fraterna, di preghiera e di apostolato, in sintonia con gli Atti dell’XI Capitolo.

- Rinvigorimento delle varie équipes: del cammino di rinnovamento per analizzare le realtà comunitarie in vista della

localizzazione del PAI; della PGV per una animazione più incisiva e feconda.
- Abilitazione alla lettura della realtà per una apertura apostolica delle opere esistenti o di nuovi servizi più adeguati ai bisogni di oggi.
- Ottimizzazione della comunicazione, utilizzando tutti i mezzi a disposizione.


Come valutare il processo:

- Ogni provincia elabori un metodo di valutazione.

 

 

 

italia  pdf Documento Finale assemblea generale 2014 IT (493.62 kB)

polonia  pdf Documento Finale assemblea generale 2014 PL (347.88 kB)

spagna pdf Documento Finale assemblea generale 2014 ES (431.6 kB)

pdf Documento Finale Assemblea generale 2014 ML (398.96 kB)

 

Letto 1393 volte Ultima modifica il Martedì, 02 Dicembre 2014 09:40

Lascia un commento

Assicurati di aver digitato tutte le informazioni richieste, evidenziate da un asterisco (*). Non è consentito codice HTML.

L'utilizzo dei cookie concorre al buon funzionamento di questo sito e favorisce il miglioramento dei servizi offerti all'utente. L'accesso ai contenuti del sito e l'utilizzo dei servizi implica accettazione dell'utilizzo dei cookie.