×

Attenzione

JUser: :_load: non è stato possibile caricare l'utente con ID: 71

Lunedì, 17 Marzo 2014 09:48

Madagascar: Ritiri spirituali del Centro S. Luigi Orione

Vota questo articolo
(0 Voti)

17 marzo

 

anteprima 1703014Per vivere bene il momento forte della Quaresima e per prepararsi a celebrare la Risurrezione di Gésù, tutti i destinatari del Centro San Luigi Orione hanno partecipato ai Ritiri spirituali.

Venerdi 14 marzo, le ragazze della Promozione femminile di Andrambato e Anatihazo si sono ritrovate a Mandrimena con P. Jacques Berthieu della Diocesi di Antananarivo per riflettere sul tema: «Perché fare Ritiri?» in relazione con la Quaresima. P. Jacques ha parlato del rapido sviluppo delle tecnologie ai nostri giorni, tecnologie dalle quali i giovani piano piano si lasciano sempre più dominare dimenticando la presenza di Dio. Nella mattinata, si è dato ampio spazio anche alle domande delle giovani e alle loro impressioni sul tema. La giornata si è conclusa con la Santa Messa e durante la predica, P. Jacques ha invitato ancora una volta le giovani a dare spazio a Gesù, anche solo per pochi minuti durante la giornata.

Sabato 15 marzo, circa 95 genitori e 196 tra bambini e ragazzi del Centro hanno partecipato al Ritiro che si è svolto ad Andrambato. Il tema da loro  scelto è stato: «La Quaresima e ciò che bisogna fare per viverla nel quotidiano». I genitori sono stati guidati da P. Landry (della Diocesi di Fianarantsoa) e i ragazzi da Fr. Martin Carmelitano.

Dopo aver spiegato il significato della parola «Quaresima» nella Chiesa Cattolica, il Sacerdote ha parlato di come va vissuto questo momento forte, nella preghiera e nella conversione; spogliandosi dalle abitudini non buone e dai peccati; facendo spesso l’esame di coscienza riguardo la propria responsabilità di genitori e chiedendosi dei propri doveri ed impegni nella famiglia, nella Chiesa e nella società. P. Landry ha terminato dicendo che, nonostante le preoccupazioni quotidiane, la preghiera, la relazione con Dio e la Sua Parola devono essere al centro della vita di una famiglia cristiana, invitando i presenti o a prendere come modello la Santa Famiglia di Nazareth.

Questa giornata di ritiro si è conclusa con la Via Crucis e la celebrazione Eucaristica. Tutti sono tornati a casa con una forza spirituale rinnovata.

Letto 1795 volte Ultima modifica il Martedì, 18 Marzo 2014 07:39