Mercoledì, 09 Dicembre 2020 10:04

Casa generale: Prima Professione religiosa. “Rallegratevi!” Tre “Eccomi” come la Vergine Maria e riparte la gioia … perché il Signore è con noi!

Vota questo articolo
(0 Voti)

L’8 dicembre, Solennità dell’Immacolata Concezione della Beata Vergine Maria, nella cappella della Casa generale è stata celebrata la Prima Professione religiosa delle Novizie Henriette, Vanessa e Viviane. La Santa Messa presieduta dal Superiore generale dei FDP don Tarcisio Vieira è stata trasmessa in diretta sulla pagina Facebook e seguita in varie parti del mondo.

Ciò che fa ripartire la vita è sempre una buona notizia, un’attesa, un incontro, un desiderio e una speranza.

La bella notizia che è il Vangelo, che è Gesù stesso, è come un “fiore di narciso” che in un momento così complesso e drammatico come quello che stiamo vivendo per la pandemia, continua a fiorire nel “deserto” in tutta la sua bellezza e fragranza diffondendo il suo profumo!

«Dio viene». Semplice, diretto, sicuro: viene per far fiorire l’umano, come nella Vergine Maria e trova in tre giovani venute da Paesi lontani, un cuore, un ascolto, un grembo in cui incarnarsi.

Le novizie, Henriette, Vanessa e Viviane provenienti  da Burkina Faso (Costa d’Avorio) e dal Congo, oggi, solennità dell’Immacolata, dopo due anni di permanenza in Italia  nella “ricerca di Dio e del Suo regno” insieme alle Piccole Suore Missionarie della Carità, quando viene spontaneo chiedersi “come è possibile questo?” nella fede, hanno pronunciato il loro “Si” al Signore e al suo disegno d’amore emettendo i primi voti di Castità, Povertà, Obbedienza e Carità nelle mani della Superiora generale Madre M. Mabel Spagnuolo e alla presenza delle consorelle della comunità della Casa generale e Provinciale di Roma.

Trasmessa in diretta Facebook, la celebrazione eucaristica della solennità dell’Immacolata Concezione, presieduta dal Superiore generale dei FDP, padre Tarcisio Vieira e alcuni confratelli, ha risvegliato nel cuore di ciascuna il desiderio di aprirsi a Dio e rispondere al Suo amore che rigenera e salva, come, e attraverso la Vergine Maria.

Anche nell’incertezza del momento che si sta vivendo a causa del covid 19 è possibile aprire una “via”, pronunciare un “eccomi” e gustare la beatitudine di chi crede, si fida e si affida al Signore per accogliere e vivere una vita nuova!

Grazie o Vergine Immacolata che hai reso possibile tutto ciò!

 Nel tuo “eccomi” sperimentiamo, come in un corpo solo, fratelli e sorelle tutte, vicini e lontani, il fascino della santità, di una vita donata e ritrovata, nascosta con Cristo in Dio e moltiplicata nella gioia del magnificat!

San Luigi Orione oggi dal Cielo gioisce con noi e ci ripete: "Maria è Immacolata, e piena di grazia per Sé e per tutti i figliuoli di Eva, perché a tutti doveva essere esempio e Madre. E tutto lo splendore, la purezza, le grazie degli Angeli e dei Santi del cielo, insieme riunite, non possono affatto eguagliare lo splendore, la purezza immacolata, la pienezza delle grazie onde va adorna e risplende …
Onoriamo, dunque, Maria con la preghiera, col diffonderne il culto, con devozione tenerissima e con imitarne le virtù.
Perfezioniamo la nostra anima con opere di fede e ardore a Dio e ai fratelli.

Onoriamo Maria! Invochiamola, supplichiamola di infonderci un po’ della sua immacolata purezza e di purificarci; di darci la mano e di condurci; di darci la semplicità del cuore puro, che vede Dio, che intende Dio; ci dia la Santa Madonna l’amore di Gesù sopra ogni cosa, e forza di volontà per camminare virilmente con Cristo!
Onoriamo e amiamo Maria! Amiamola da figli, dolcissimamente,  amiamola tanto!”
Deo gratias!

Suor M. Chiara Pilota

Letto 1095 volte Ultima modifica il Mercoledì, 09 Dicembre 2020 10:27