Mercoledì, 21 Dicembre 2022 07:44

Sacramentine Tortona: Attendiamo con fede la venuta del Signore Gesù ...

Vota questo articolo
(0 Voti)

"Attendiamo con fede la venuta del Signore Gesù con le lampade accese e cantando le lodi al Dio altissimo che si è incarnato per salvarci".

Nel pomeriggio di sabato 17 dicembre, nella cappella delle suore Sacramentine a Tortona Villa Charitas, la comunità ha organizzato un momento di preghiera con canti natalizi coinvolgendo alcuni membri della corale del duomo di Tortona per animare questo momento di preghiera.

L’invito è stato accettato dal Sig. Gianni Del Ponte che con gioia e disponibilità lo ha esteso anche ad altri coristi. Il numero era ridotto, ma le loro voci erano così intonate e unite che sembravano in molti.  Abbiamo ascoltato con ammirazione la soprana Maria Sole, con lei hanno cantato suo padre, Suor Rosanna (delle suore Salesiane) e Maria.

Suor Rosanna ha lasciato un messaggio a tutti noi raccontando una storiella ascoltata durante l’incontro del nostro vescovo Mons. Guido Marini con i bambini del catechismo:

“I pastori si incamminarono verso la grotta di Betlemme avvisati dall’angelo per vedere il bambino Gesù appena nato, uno di loro zoppo camminava molto lentamente sostenuto da una stampella. Il povero pastore rimase molto indietro che perse il gruppo ma non si scoraggiò, mentre ancora camminava zoppicante e affaticato, i suoi compagni tornarono dalla grotta e lo incoraggiarono a fermarsi e interrompere il tragitto, ma lui fu così determinato che volle ugualmente visitare il bambino Gesù. Appena raggiunta la grotta, entrò e mantenne ferma la stampella, vide che il piccolo l’afferrò con la sua manina lui tentò di spostarla, ma il neonato non la mollò, il pastore invalido lasciando il sostegno che gli permetteva di deambulare lo staccò dalla mano e sentì che era guarito dalla sua infermità”.

Così anche noi presentiamoci con fede davanti al presepio con le nostre malattie fisiche e morali certi che Gesù ci salverà.

Il canto Christus Vincit è stato dedicato a Papa Francesco in occasione del suo 86° compleanno, non potevamo tralasciare questa importante ricorrenza.

Alla fine, ci siamo intrattenuti per un momento di fraternità nel refettorio per un breve rinfresco e scambio di auguri è stato bello riunire consorelle e amici; alcuni coristi non conoscevano la nostra realtà e si sono proposti di tornare per altre circostanze.

Ringraziamo il Signore che dopo due anni di pandemia possiamo piano, piano riprendere contatti con l’esterno per momenti di preghiera e di festa.

DEO GRATIAS!

  

Letto 74 volte Ultima modifica il Mercoledì, 21 Dicembre 2022 08:16