Mercoledì, 31 Gennaio 2024 12:50

Una festa “in e di” famiglia!

Vota questo articolo
(3 Voti)

Una coppia che si incontra, si innamora e nel 1970 decide di fare famiglia. Nel 1971 nasce la primogenita, nel 1975 il secondo figlio. La vita scorre tranquilla con le difficoltà, i lutti, le gioie di una famiglia normale. I figli crescono e pian piano ognuno sceglie la propria vita e  la propria strada.

Intorno al 1997 la primogenita manifesta il desiderio di seguire il Signore nella Congregazione delle Piccole Suore Missionarie della Carità, una specie di “tragedia” per tutta la famiglia. Nessuno accetta questa scelta, ognuno con la sua motivazione, spesso sottolineando le brutte esperienze fatte con le suore in diversi contesti.

Nel 2000 la figlia entra in Congregazione e inizia il cammino formativo…i genitori l’accompagnano nelle varie tappe pur non accettando mai fino in fondo questa scelta.

I voti perpetui riuniscono tutti, la frase che accompagna è “se lei è contenta noi siamo contenti”. Gli anni passano e la nostra coppia Mario e Giuliana iniziano a avere qualche anno e qualche acciacco.

La situazione diventa pesante nell’estate del 2023, Mario diventa irriconoscibile e ingestibile. Tanti tentativi, tanti pensieri, tante lacrime… nessuna soluzione è quella giusta….almeno fino  al 7 ottobre.

Altra storia, altra situazione…la comunità di Casa Madre, luogo amato e temuto dalle Piccole Suore Missionarie della Carità. Tutti là siamo nati, ma nessuno vuole andare lì a morire…quando le forze mancano, quando è difficile rimanere nelle comunità di vita attiva allora si va a Casa Madre, questa è la leggenda.

Il 7 ottobre Mario e Giuliana incontrano la realtà di Casa Madre e….è un miracolo!

Ogni Piccola Suora Missionaria della Carità di Casa Madre, diventa sorella, madre, suora accogliente che riscopre una voglia di farsi vicina a chi è un po' più in difficoltà.

Mario tra le preghiere, l’aiuto, la terapia giusta, la possibilità di avere accanto la sua Giuliana, la cura, le attenzioni, rifiorisce. E arriviamo ad oggi 30 gennaio 2024, Giuliana compie gli anni e tutta la comunità è in festa, come e più che fosse un membro della stessa. Due mondi che si incontrano, questa coppia che ha donato una figlia al Signore capisce un po' di più la vita di questa figlia e soprattutto scopre un bel mondo delle suore; le suore che si donano e ritornano a essere missionarie dell’amore e si riscoprono capaci di una grande accoglienza.

La fine della storia…  Casa Madre può essere il luogo della rinascita, per Mario un miracolo di ripresa, per Giuliana un’accoglienza infinita, per le suore una tenda che accoglie.

Grazie a ogni consorella che ha messo al centro del suo cuore il mio papà e la mia mamma, grazie ai miei genitori che hanno lasciato casa e affetti e si sono radicati in un mondo un po' lontano da loro, grazie a sr. M. Anselma che ha guidato questo tempo difficile per la mia famiglia e ha accolto ciascuno di noi in tutte le visite e le occasioni.

Grazie Signore perché ancora oggi posso dire che la tua Provvidenza è grande e la famiglia di don Orione è bella e io sono orgogliosa di appartenervi.

Sr. M. Gabriella Perazzi

Letto 361 volte Ultima modifica il Giovedì, 01 Febbraio 2024 07:39