Martedì, 27 Febbraio 2024 08:37

Madagascar: Il parto della Giovane Madre “Zeriny” e la nascita della piccola “Mariane Elisabeth”.

Vota questo articolo
(0 Voti)

Il 24 febbraio 2024, la Comunità "Nostra Signora del Perpetuo Soccorso" ha vissuto un momento straordinario durante il ritorno da un ritiro spirituale.

ComunitàNostra Signora del Perpetuo Soccorso” - MIANDRIVAZO 24 febbraio 2024.

Ogni mese la nostra Comunità si reca in ritiro presso i Padri "Carmelitani dell’Immacolata", a qualche chilometro dalla nostra casa e dal Centro Medico di Miandrivazo, nella Diocesi di Morondava, dove le PSMC hanno fondato un anno fa (Gennaio 2023).

Così, questo sabato, durante il nostro rientro dal ritiro, eravamo tre Suore: Sr M. Charlotte, Sr M. Victoire e Sr M. Hilda (Dottoressa). Abbiamo utilizzato il nostro mezzo di comunicazione quotidiano, una moto a tre ruote chiamata "Kinga" o "Tuk-tuk/Bajajy". Durante il viaggio, verso le ore 16.00 del pomeriggio (era ancora caldo nella nostra zona), ci siamo fermate per prendere una ragazza che doveva essere portata in ospedale perché era giunto il momento del parto; la ragazza si chiama Nomenjanahary Zeriny, ed ha 15 anni.

Durante il tragitto, abbiamo notato che la ragazza stava per partorire, quindi abbiamo fatto fermare il mezzo a tre ruote che ci trasportava, il bambino, infatti, stava per nascere dal ventre della giovane mamma. L'abbiamo fatta scendere immediatamente dalla moto e ci siamo sistemate in un luogo caldo, dove abbiamo assistito al parto. Eravamo con lei e la sua famiglia. Dopo circa 10 minuti di sforzi per il parto, siamo riuscite a far nascere la piccola Mariane Elisabeth! È stato tutto provvidenziale, è stato il Signore a guidare noi e la giovane ragazza nello stesso "Kinga a tre ruote", al momento giusto! Deo gratias! Abbiamo avvolto la piccola con un "lambaoany" e abbiamo avvisato l'ospedale per la pulizia e per il proseguimento delle cure.

Personalmente, ho visto con i miei occhi che la giovane ragazza, nonostante il dolore del parto, non ha mostrato alcuna reazione, ma ha sopportato tutto in silenzio durante quei 10 minuti. Ora, in questo momento, la ragazza sta bene e anche sua figlia.

Abbiamo sempre qualcosa da imparare dai poveri: “soffrire in silenzio senza nessuna reazione”, come Gesù durante la sua passione. Questo è il messaggio per noi, dopo il ritiro mensile in questa seconda settimana di quaresima. Grazie Signore per la tua Benedizione e grazie infinite per la tua Divina Provvidenza, perché attraverso la nostra indegnità siamo riuscite a salvare la vita della giovane Zeriny e della piccola Marianne Elisabeth.

Un ringraziamento particolare alla Vergine Maria, essendo sabato "Nostra Signora del Perpetuo Soccorso"!

Sr M. Hilda Razanakolona

 

Letto 450 volte Ultima modifica il Venerdì, 01 Marzo 2024 11:46