Lunedì, 23 Marzo 2020 08:23

Roma: celebrazione conclusiva delle catechesi sul voto di carità

Vota questo articolo
(0 Voti)

Le sorelle della comunità della Casa generale hanno concluso l’itinerario di approfondimento del IV Voto di Carità con la celebrazione proposta nel sussidio, realizzata domenica 22 marzo alla sera.

È stato un momento bello, profondo e pieno di gratitudine a Dio e a don Orione per il dono che ci ha fatto.

Alla luce del Vangelo di Matteo 25, 31-46, della lettera della Madre generale, nella quale presenta il significato dello stemma e del motto: “Caritas Christi urget nos”, e delle parole di don Orione pronunciate e registrate nel marzo 1936 dall’Argentina (L’inno della carità), le suore hanno fatto le risonanze e le preghiere intercalate con il canto del Magnificat, per le grandi cose che Dio continua ad operare.

Significativo è stato l’intervento di Madre Mabel, nel quale ha saputo descrivere il contesto odierno di pandemia e incoraggiare a trovare le nuove risposte e a realizzare le opere di misericordia corporali e spirituali, che sono il contenuto del voto di carità.

Con questa provocazione si è conclusa la celebrazione che certamente porterà nuove risposte alle sfide che presenta il mondo, perché “Caritas Christi urget nos!”

Suor M. Alicja Kedziora.

Letto 291 volte Ultima modifica il Martedì, 31 Marzo 2020 10:51

Lascia un commento

Assicurati di aver digitato tutte le informazioni richieste, evidenziate da un asterisco (*). Non è consentito codice HTML.

L'utilizzo dei cookie concorre al buon funzionamento di questo sito e favorisce il miglioramento dei servizi offerti all'utente. L'accesso ai contenuti del sito e l'utilizzo dei servizi implica accettazione dell'utilizzo dei cookie.