14 febbraio

Apertura Anno Centenario Costa d'Avorio

100 anni di: "gratitudine...Passione...speranza... per svegliare il mondo!"
(Papa Francesco)

Sabato 14 febbraio 2015 la missione della Costa d’Avorio ha  celebrato l'apertura del giubileo per il Centenario di Fondazione delle PSMC organizzando un pellegrinaggio. All'iniziativa hhanno preso parte FDP, ISO, MLO, il Gruppo dei giovani orionino e tutti i collaboratori nelle apostolato orionioa. Tema della giornata è stato "Come Avere una vera collaborazione come famiglia Orionino" ed è stata animata da P. Aka Basil (FDP). La giornata è stata avviata da una conferenza sulle tema, attraverso cui P. Basil ha aiutato i partecipanti a comprendere che esiste la possibilità di arrivare ad una piena collaborazione. Per ottenere ciò è necessario:

1. Avere la capacità di conoscere l'altro ed accettarlo con umente aperta.

2. Credere nella necessità di collaborare con tutti, esaltandone la diversità e accogliendone la ricchezza.

3. Avere la disponibilità per contribuire alla collaborazione .

4. Liberarsi dal pregiudizio .

Successivamente è stata celebrata la Santa Messa, presieduta da  P. Basil e concelebrata da P. Koffi Nogbou Adrien, P. Jerano Antonio,  P. Fabio Antonelli, P. Atabre Etale-Afale Jules.

Grande è stata la gioia di lodare e ringraziare il Signore e le Novizie hanno animato la liturgia.

Al termine della Santa Messa, è stato organizzato un rinfresco consumato in fraternità e nella gioia della famiglia. 

Pubblicato in Missioni
Mercoledì, 25 Febbraio 2015 09:49

Filippine: apostolato delle PSMC a Marinduque

25 febbraio

anteprima3 2502015Andate in tutto il mondo e proclamate il Vangelo ad ogni creatura” (Mc 16,15) – è questo è il principale mandato missionario lasciato ad ogni cristiano da Gesù. Don Orione fondando 100 anni fa le Missionarie della Carità desiderava che esse andassero ovunque a proclamare il Vangelo attraverso “l’esercizio della carità”.

Le Suore sono arrivate nelle Filippine nel 2004, e oggi sono presenti in due comunità: a Quezon City alla periferia di Manila e a Nangka appartenente alla parrocchia di Mogpog nell’Isola di Marinduque.

In questi giorni Sr. M. Alicja Kedziora, consigliera generale, sta facendo una visita fraterna e ci ha inviato una breve testimonianza della sua esperienza a Marinduque.

 

“E’ la prima volta che visito questa Nazione e l’apostolato svolto dalle Suore. Appena arrivata sono partita con Sr. M. Graciela Pettiti, che mi aspettava nella comunità di Quezon City, verso la comunità “Our Lady of Biglang Awa” di Nangka composta da altre due suore: Sr. M. Mercedes Saucedo e Sr. M. Magdalena Wesolowska. Dopo 5 ore di viaggio con il pullman e 3 con la barca, finalmente si giunge all’Isola che viene considerata il cuore delle Filippine per la sua posizione geografica.

 

La comunità è stata aperta a febbraio del 2013 e si inserisce nel piano pastorale della parrocchia di Sant’Isidoro di Mogpog. Le Suore stanno insegnando la catechesi nelle scuole medie, hanno aperto Oratorio dedicato a San Luigi Orione, hanno creato il gruppo del Movimento Laicale Orionino (MLO), curano i malati e accolgono le necessità che la Divina Provvidenza gli mostra quotidianamente a favore degli abitanti di questa zona. Vivono in una casa piccola fra la gente; povere con i poveri; si alzano presto al mattino camminando per la S. Messa alle 5.30, viaggiano con i mezzi semplici utilizzati dal popolo e questo stare in mezzo a loro con un sorriso, un saluto e una buona parola è proprio una testimonianza evangelica, l’intesa è rapida specialmente con i bambini che cercano sempre la loro presenza e benedizione.

Nei giorni della mia permanenza le Suore hanno dato inizio all’Anno del Centenario, coinvolgendo specialmente i bambini ed il MLO. Si sente che la gente apprezza la presenza delle Suore e conoscendo sempre di più il carisma orionino se ne fa partecipe a sua volta. La Divina Provvidenza che sorprende nei piccoli dettagli fa crescere il sentimento di gratitudine ed entusiasmo evangelico. Per tutto ciò che ho visto e vissuto: Deo gratias!”.

Pubblicato in 2015

   10 febbraio

anteprima1 1002015Anche la comunità "Coeur Immaculée de Marie" di Mandiavato ha celebrato l'Apertura dell’Anno del Centenario di Fondazione, il 2 Febbraio, festa della Presentazione di Gesù al Tempio, con la S. Messa celebrata dal parroco P. Raymond Jules Rakotovaocon. Durante la cerimonia alla quale sono intervenuti tanti parrocchiani e bambini della scuola gestita dalle PSMC, è stata presentata in breve la storia della congregazione, e di seguito i rappresentati dei collaboratori e i membri del MLO del distretto hanno ricevuto il simbolo del Centenario.

Non sono mancate le danze e dopo la Santa Messa, il pranzo assieme per tutti, approfitando di questo momento anche per lo scambio di auguri per il nuovo anno come di consueto tra insegnanti, alunni e suore.

Dopo il pranzo i bambini si sono scatenati nei tanti giochi che erano stati organizzati per loro: calcetto, calcio da tavolo, bascket, trampolino e ancora danze, il tutto favorito da una bella giornata nonostante il violento ciclone che ha colpito questa parte del paese.

 09 febbraio

"La Iglesia tiene que ser el lugar de la misericordia gratuita"

(Papa Francisco).

anteprima1 0902015Dal 30 gennaio al 2 febbraio a Santiago del Cile si sono svolti gli Esercizi Spirituali delle PSMC della Provincia “N. S. del Carmen”, predicati da Don Fernando Fornerod dei Figli della Divina Provvidenza dell'Argentina. Gli Esercizi hanno avuto come nuclei tematici:

-La radicalizzazione del Battesimo nella Vita Consacrata: la dimensione Reale.

-Dimensione contemplativa della storia: le opzioni compatibili con il carisma e le necessità dei tempi attuali.

-La diaconia di Maria.

-Missionaria discepola di Gesù oggi: lasciarci evangelizzare per evangelizzare.

-PSMC come faro della carità nella Chiesa e nel mondo: l’esplosione del carisma Orionino nel mondo.

-Il Cammino dalla conversione alla comunione.

Gli Esercizi Spirituali, ai quali hanno partecipato quasi tutte le suore della provincia cilena, sono terminati con una Santa Messa con cui sono stati celebrati: l’Apertura dell’Anno del Centenario di Fondazione delle PSMC e la Giornata della Vita Consacrata. Ogni comunità ha ricevuto il progetto di vita provinciale e una bella sciarpa con il logo e i colori del centenario, consegnata dalla Superiora provinciale Sr. M. Rosanna Sánchez.

Hermana María Ericka Oyarzo

Secretaria Provincial 

Giovedì, 12 Febbraio 2015 12:51

Filippine: Apertura Anno del Centenario

   05 febbraio

anteprima1 0502015Le PSMC delle Filippine hanno festeggiato il 4 febbraio l’Apertura dell’Anno giubilare per il Centenario di Fondazione, con una celebrazione Eucaristica presieduta da P. Antonio (FDP) e animata dalle danze dei bambini del Centro “Don Orione” di Payatas. Presenti alla cerimonia tanti amici e volontari che con il loro prezioso aiuto sostengono le suore nelle tante attività.

Dopo la S. Messa tutti i presenti sono stati invitati al rinfresco organizzato dalle suore e condiviso nella gioia e nella semplicità.

Pubblicato in Missioni

   03 febbraio

anteprima2 0302015Tutte le comunità delle PSMc nel mondo hanno festeggiato l'Apertura dell'anno giubilare del Centenario, organizzando celebrazioni, incontri, missioni cittadine e tante alte iniziative. In Kenya le PSMC della comunità di Nairobi hanno partecipato il 1 febbraio alla S. Messa nella loro Parrocchia sensibilizzando e informando i presenti sul Centenario di Fondazione dell’Istituto e sull’Apertura dell’anno giubilare, facendo inoltre dono a tutti della preghiera composta appositamente per l’evento.

Il 2 febbraio la comunità ha poi organizzato un momento speciale per pregare assieme ad alcuni laici. Dopo la preghiera le suore insieme agli ospiti si sono recate nella sala comunitaria per condividere un po’ della storia della Congregazione e vivere un momento di fraternità e di festa. Tutti hanno espresso il desiderio di conoscere di più il carisma delle PSMC e si sono impegnati nel sostenere con una speciale preghiera questo significativo momento della nostra storia.

   03 febbraio

anteprima1 0302015Domenica 1 febbraio anche la Delegazione “Maria Regina della Pace”  ha  celebrato, insieme a tutto l’Istituto,  l'apertura del giubileo per il Centenario di Fondazione. Ogni comunità presente in Madagascar ha celebrato questo evento con solennità secondo la propria creatività.

Le comunità "Mater Dei" di Andrambato e "Regina del Santo Rosario" di Anatihazo, hanno celebrato la festa nella parrocchia di Anatihazo, dopo tre giorni di preparativi organizzati insieme. La Santa Messa è stata celebrata dal Vicario Generale della diocesi di Antananarivo, P. Ludovic Rabenatoandro, hanno concelebrato   P. Luciano Marian (FDP),  P. Tarcisio Piotto (FDP), P. Elie (Carmelitano), P. Julien (Diocesano), P. Manitra (Gesuita) e  P. Joël (Spiritano).

La gioia di lodare e ringraziare il Signore è stata tanta, le suore con alcune giovani della parrocchia hanno animato la liturgia e per la prima volta è stato cantato l'inno del Centenario frutto di tante iniziative promosse tra giovani, adulti, persone del quartiere e artisti. Quello che  ha vinto tra tanti è stato l’inno che meglio ha riassunto l'identità, il carisma e la spiritualità delle PSMC. Le aspiranti, postulanti e novizie delle due comunità hanno danzato con le suore nella liturgia, aiutate dai chierici in segno di comunione.

Hanno partecipato alla celebrazione tante suore di diverse congregazioni, la chiesa era colma di tantissima gente che ha voluto festeggiare questo momento insieme alla Famiglia Orionina. Nell’omelia il Vicario generale ha ribadito le parole di Don Orione: uscite, andate seminate la carità… e questo è stato anche l'augurio che ha rivolto alle suore ma anche a tutti i battezzati presenti, perché tutti siamo chiamati ad uscire da noi stessi per andare verso l'altro più bisognoso, come ricorda spesso anche Papa Francesco.

Terminata la Santa Messa, è stato organizzato un rinfresco consumato nella fraternità e nella gioia del giubileo.

E' ora di ripartire adesso...

Auguriamo a tutte le PSMC un buon viaggio, con entusiasmo e fiducia per altri Cento anni.

2 febbraio

anteprima1 0202015Si è aperto ufficialmente a Tortona, domenica 1° febbraio dell’anno in corso, l’Anno Centenario di Fondazione delle Piccole Suore Missionarie della Carità con una solenne Eucaristia nel Santuario della Madonna della Guardia, presieduta da don Renzo Vanoi (Rettore del Santuario) e concelebrata da P. João Batista de Freitas (Consigliere generale), Don Aurelio Fusi (Consigliere provinciale) ed altri Sacerdoti FDP. Ha animato la celebrazione il Coro “San Luigi Orione” guidato dal Maestro Gian Maria Franzin della Parrocchia Santa Maria Assunta di Pontecurone (dove Don Orione venne battezzato).

Alla celebrazione hanno partecipato, oltre alle sorelle delle varie Comunità d’Italia, fedeli tortonesi e pontecuronesi, un gran numero di collaboratori, volontari e amici venuti dalle varie Comunità delle PSMC per unirsi alla nostra preghiera di ringraziamento al Signore. La Celebrazione è stata ben partecipata e vissuta dai fedeli con canti e simboli che hanno aiutato i partecipanti a centrarsi nella Celebrazione Eucaristica.

Nella riflessione il Celebrante ha presentato in sintesi l’origine del nostra fondazione, povera, semplice e umile, ma carica dell’amore di Dio, un tesoro da non tenere per se, ma condividere con i destinatari della nostra azione apostolica. Ha inoltre citato la frase della lettera della Superiora generale Madre M. Mabel Spagnuolo, che si trova al momento in America Latina, indirizzata a tutte le Piccole Suore Missionarie della Carità, e anche a tutta la famiglia orionina, amici, famiglie e benefattori che dice: “La gioiosa celebrazione del nostro Centenario di fondazione è, senza dubbio, la gioia che scaturisce dalla “memoria riconoscente” per quanto il Signore ha fatto attraverso il nostro Santo Fondatore Don Orione, ma particolarmente per mezzo di coloro che, con grande fede e fiducia, hanno accolto il suo messaggio e hanno aderito ai suoi ideali: “andate, seminate la carità di Gesù Cristo con le parole, con le vostre opere, sacrificatevi, fate olocausto della vostra vita… piegatevi con caritatevole dolcezza alla comprensione dei piccoli, dei poveri, degli umili… perché nel più misero degli uomini brilla l’immagine di Dio”[1].

Suor M. Bernadeth Martins de Oliveira (Consigliera generale, incaricata del Centenario), ha ringraziato il Celebrante, i concelebranti e tutti i presenti per la partecipazione attiva durante la celebrazione ed ha espresso la gratitudine che sentiva verso le consorelle che con forza e coraggio, lavorano in zone e situazioni di rischio; a quelle che nella malattia e anzianità si donano senza riserve e fanno della loro vita un vangelo vivente!

La cerimonia si è conclusa con la recita della preghiera del Centenario vicino all’urna di San Luigi Orione.

Dopo l’Eucaristia, la giornata è proseguita con la visita alla Mostra Storico - fotografica e con il pranzo a Casa Madre al quale hanno preso parte i celebranti, i componenti del coro e i partecipanti giunti da alcune Comunità dei dintorni di Tortona. Tutto è avvenuto in un clima di fraternità e accoglienza reciproca, e si è concluso con dei messaggi rivolti alla Superiora generale per la Celebrazione giubilare, e dei canti animati dal coro “San Luigi Orione”.

Pubblicato in PSMC

10 febbraio

anteprima1 1002015Anche la comunità "Coeur Immaculée de Marie" di Mandiavato ha celebrato l'Apertura dell’Anno del Centenario di Fondazione, il 2 Febbraio, festa della Presentazione di Gesù al Tempio, con la S. Messa celebrata dal parroco P. Raymond Jules Rakotovaocon. Durante la cerimonia alla quale sono intervenuti tanti parrocchiani e bambini della scuola gestita dalle PSMC, è stata presentata in breve la storia della congregazione, e di seguito i rappresentati dei collaboratori e i membri del MLO del distretto hanno ricevuto il simbolo del Centenario.

Non sono mancate le danze e dopo la Santa Messa, il pranzo assieme per tutti, approfitando di questo momento anche per lo scambio di auguri per il nuovo anno come di consueto tra insegnanti, alunni e suore.

Dopo il pranzo i bambini si sono scatenati nei tanti giochi che erano stati organizzati per loro: calcetto, calcio da tavolo, bascket, trampolino e ancora danze, il tutto favorito da una bella giornata nonostante il violento ciclone che ha colpito questa parte del paese.

Pubblicato in 2015

L'utilizzo dei cookie concorre al buon funzionamento di questo sito e favorisce il miglioramento dei servizi offerti all'utente. L'accesso ai contenuti del sito e l'utilizzo dei servizi implica accettazione dell'utilizzo dei cookie.