Tortona 2020

La pastorale giovanile comprende diverse iniziative organizzate nella Chiesa per accompagnare i giovani a scoprire, seguire e impegnarsi per Gesù Cristo e il suo messaggio affinché, integrando fede e vita, diventino i protagonisti nella costruzione della civiltà dell’amore.

In questo senso Papa Francesco nell’esortazione apostolica post sinodale Christus vivit sottolinea che: La pastorale giovanile non può che essere sinodale, vale a dire capace di dar forma a un “camminare insieme” che implica una «valorizzazione dei carismi che lo Spirito dona secondo la vocazione e il ruolo di ciascuno dei membri [della Chiesa], attraverso un dinamismo di corresponsabilità (206). (…) la pastorale giovanile comporta due grandi linee d’azione. Una è la ricerca, l’invito, la chiamata che attiri nuovi giovani verso l’esperienza del Signore. L’altra è la crescita, lo sviluppo di un percorso di maturazione di chi ha già vissuto quell’esperienza (210).

Don Orione ha sempre cercato di dare una risposta seria e concreta agli interrogativi dei giovani. Lui stesso ci indica come stare con i giovani: Il giovane ha bisogno di persuadersi che siamo interessati a fargli del bene, e che viviamo non per noi, ma per lui; che gli vogliamo bene sinceramente, e non per interesse, ma perché questa è la nostra vita, perché lui è tanta parte della nostra stessa vita, e il suo bene costituisce la nostra missione ed è il nostro intento e affetto in Cristo (Don Orione, 05/08/1920; Lettere I, 242).

La nostra azione pastorale con i giovani è orientata dallo spirito e dalle indicazioni generali del Progetto Orionino di Pastorale Giovanile-Vocazionale (POPGV). 

 

 

 

 

 

 

L'utilizzo dei cookie concorre al buon funzionamento di questo sito e favorisce il miglioramento dei servizi offerti all'utente. L'accesso ai contenuti del sito e l'utilizzo dei servizi implica accettazione dell'utilizzo dei cookie.