Situazione storico, sociale ed economica della Cile...
Quando Don Orione arrivò in Cile, la situazione politica problematica impose l'istaurazione di un governo nazionalista a regime presidenziale. Questo governo fu caratterizzato dall’appoggio delle milizie repubblicane e durò in carica fino al 1936. Questo periodo d’ispirazione conservatrice, produsse due approcci diversi alla questione sociale: i tradizionalisti sostenevano che la povertà fosse inevitabile, mentre i cristiani, ispirati dalle encicliche sociali della Chiesa, cercavano di sradicare la povertà con misure legislative più adeguate, come la divisione della terra, la sindacalizzazione obbligatoria e il miglioramento dei salari. Una generazione di giovani cattolici con tendenze politiche conservatrici e con aspirazioni d’ordine sociale cristiano, tentarono di dare una risposta a una crisi spirituale universale che si manifestò nella corruzione delle tradizioni, nella divisione delle classi, nella povertà, nella disgregazione della famiglia. Ciò che preoccupava era il problema della paternità irresponsabile, della denutrizione e dell’analfabetismo.

Nel periodo tra gli anni '30 e '50, la classe media sperimentò uno sviluppo crescente e si appoggiò alle forze radicali e socialiste. In questo periodo cambiarono gli stili di vita subendo l’influenza francese e nord americana.

Nel 1936, per contestare l'azione del governo, si costituì il Fronte Popolare. Come conseguenza furono organizzati scioperi, a cui il governo rispose con misure repressive. Proprio in questo clima di tensione Don Orione arrivò in Cile e in una delle sue lettere espresse l’impressione che il Paese si trovasse in stato di guerra.

Gli inizi della presenza delle PSMC...
Nel 1935 Don Orione ricevette un invito ufficiale da parte dell’ Arcivescovo di Santiago, che aveva conosciuto l'opera del fondatore. Don Orione accettò l'invito e fondò l’orfanatrofio Carmen Arriaràn, dove accolse 80 bambini. Le prime attività delle suore in Cile furono quelle di accudimento dei bambini assistendoli materialmente e spiritualmente, di fondare il Movimento delle Figlie di Maria, di fare catechesi per prepararle successivamente ai sacramenti.

Le prime Suore in Cile...
Le prime suore che arrivarono a Santiago provenivano da Buenos Aires e furono: Suor Maria Argentina Urruzola (Argentina), Suor Maria Leonia Jimenez (Uruguaya) e Suor Maria Nazarena Pintado (Argentina), che attualmente ha 94 anni. Erano suore giovani ed energiche, che si resero disponibili a vivere la prima esperienza missionaria in terra cilena. Esse arrivarono il 27 di Febbraio 1943 nella stazione Mapocho dopo due giorni di viaggio e ad aspettarle trovarono il Don Gino Carradori (FDP).

Eventi particolari...
Con il terremoto del 1960 le Suore della Scuola aprirono le porte per accogliere tante ragazzine di diverse età abbandonate e orfane bisognose di tutto.

 

Le Comunità delle PSMC in CILE

LOCALITÀ

1

Comunità “Carmen Arriarán” (1943) - S’inizia con un orfanatrofio, che in seguito diventa scuola frequentata in media da 500 allieve

Santiago

2 Comunità "Mater Dei" (1953) - Scuola che comprende tre livelli (asilo, primaria e secondaria) e frequentata in media da 750 allieve. Ha l'obiettivo di formare donne mature, che possano integrarsi attivamente nella società ed educate attraverso una soda formazione cristiana orionina, che si esprime attraverso la Carità, la Verità, la Libertà e il Servizio.

Santiago

 

3 Comunità Piccolo Cottolengo (1971) - Istituto di accoglienza di ragazzi diversamente abili. Il servizio fu iniziato in collaborazione con i FDP

Santiago

4 Comunità "Casa di Carità (1971) - L'opera offre assistenza a bambine, dando loro una casa ed educazione.

Alto Jahuel - Buin

5 Comunidad "N. S. de la Guardia" (1978) - L'opera è una scuola elementare e media rurale. La Laguna - Curacavi
6

Comunità Casa Provinciale “N. S. del Carmine” (1983) - Il Nunzio Apostolico Vescovo Angelo Sodano assieme a Padre Terzi benedice la Sede Provinciale e la Casa di Formazione, la Cappella e la Casa delle Sacramentine non vedenti.

 

7 Comunità “Nostra Signora della Divina Providenza” (1987) - Nel Nord di Cile si apre una nuova missione nella città di Antofagasta, si assistono e curano Bambini e ragazzine disabili fisiche e psichiche, e anche anziani.

Antofagasta


 

L'utilizzo dei cookie concorre al buon funzionamento di questo sito e favorisce il miglioramento dei servizi offerti all'utente. L'accesso ai contenuti del sito e l'utilizzo dei servizi implica accettazione dell'utilizzo dei cookie.