Le Comunità delle PSMC nelle FILIPPINE

LOCALITÀ

1

Comunità "Mother of Wisdom"

Manila

2

Comunità “Mother of Biglang Awa”

Marinduque

 

Alcune notizie sulle Filippine... 

 

Le Filippine sono un arcipelago costituito da 7.107 isole. Fu colonia spagnola dal 1521 al 1898, anno in cui scoppiò la Guerra ispano-americana, alla cui conclusione il paese fu ceduto agli Stati Uniti d'America, che ne mantennero il dominio fino al 1946.
Con una popolazione stimata di circa 85.000.000 di abitanti nel 2005, le Filippine sono il dodicesimo stato al mondo. Due terzi degli abitanti complessivi vive nell'isola di Luzon e l'area metropolitana di Manila con più di 11 milioni di abitanti è l'undicesima al mondo.
Il paese è generalmente cristiano (soprattutto cattolico) e democratico, e la lingua principale è il tagalog. Tuttavia, le Filippine contano un grandissimo numero di etnie diverse sul proprio territorio. Sono nella stragrande maggioranza popolazioni di origine austronesiana differenziate quasi esclusivamente dalla lingua. In minima parte c'è anche una distinzione religiosa con la presenza di gruppi etnici di fede musulmana. Da notare anche la presenza di diversi gruppi tribali, tutti numericamente poco significativi, che si caratterizzano per non aver subito l'influenza della cultura cristiana né musulmana. In fine vanno segnalati almeno altri due gruppi di entità notevole rappresentati dai meticci e non di origine spagnola (più di 2.000.000) e cinese (più di 1.000.000), due popolazioni massicciamente presenti nell'arcipelago da secoli, per motivi essenzialmente politici ed economici.
Dal 1987 vi sono due lingue ufficiali: il filippino e l'inglese.

 



La realtà della Chiesa locale

 

Le Filippine sono uno dei due Paesi dell'Asia a maggioranza cristiana. Il 94% della popolazione è di fede cristiana e di questi l'81% sono cattolici mentre i restanti appartengono a un gran numero di chiese minori tra le quali la evangelica (2,8%) e la Iglesia in Cristo (2,2%).
Circa il 5% della popolazione filippina è di religione musulmana. L'Islam filippino è di rito sunnita ed ha vissuto attriti continui con le istituzioni e le autorità centrali, da sempre cristiane e cattoliche, con insistenti campagne di politiche separatiste che hanno portato alla formazione, nel 1989, della Regione Autonoma del Mindanao Musulmano, formata da quelle province nelle quali la popolazione ha espresso con un voto referendario la volontà di riconoscersi in un'unità territoriale distinta geograficamente e per credo religioso.
Il resto della popolazione segue altre fedi, tra le quali l'animismo, praticato dalle popolazioni di origine tribale e presente nelle sue forme rituali anche in molta parte del culto cristiano e musulmano locale, o abbraccia altri credi come l'induismo, il buddista o sikhismo la presenza dei quali si spiega soprattutto per l'effetto dell'immigrazione di cittadini di altre nazionalità del sud-est asiatico.


L'utilizzo dei cookie concorre al buon funzionamento di questo sito e favorisce il miglioramento dei servizi offerti all'utente. L'accesso ai contenuti del sito e l'utilizzo dei servizi implica accettazione dell'utilizzo dei cookie.