Mercoledì, 07 Agosto 2019 09:19

Amare per ricevere Amore: Scout al Piccolo Cottolengo di Tortona

Vota questo articolo
(0 Voti)

Un gruppo di Scout che dal 3 al 6 agosto ha vissuto un’intensa esperienza di volontariato al Piccolo Cottolengo Don Orione di Tortona, accompagnati da Sr. M. Chiara Pilota, racconta le tante emozioni e sensazioni vissute in quei giorni.

Dal 3 al 6 agosto 2019 noi ragazzi appartenenti al Clan Challenge del gruppo scout Salerno 3 siamo stati ospitati presso la struttura “Il Piccolo Cottolengo" di Don Orione situata a Tortona (AL). Fin da subito abbiamo respirato l'atmosfera di una casa in cui vive una famiglia, una grande famiglia. I membri che la costituiscono sono i ragazzi che vivono in questa casa d'accoglienza, le cosiddette “perle” che sono circondate dalle cure amorevoli delle Piccole Suore Missionarie della Carità e da un intero staff.

Abbiamo voluto dedicare completamente a questi ragazzi il nostro tempo, al fine di conoscerli e provare ad accostarci alla loro realtà. L'obiettivo principale del servizio scout, nonché il principale motivo celato dietro di esso, è quello di aiutare l'altro e portare conforto attraverso la mano di Dio, facendosi guidare dalla Sua luce e trasmettendo il Suo messaggio d'amore. Tante le patologie che caratterizzano i ragazzi con cui ci siamo confrontati, e ancora più numerosi sono stati gli stimoli lanciati da noi nella speranza di ricevere una risposta. Non sempre ciò è stato possibile poiché le modalità di espressione dei bambini sono le più disparate.

Moltissime sono le sensazioni che abbiamo provato: gioia dinanzi a un sorriso forse involontario, tenerezza davanti alla forza di un movimento o di una stretta di mano, paura per l'ascolto di qualche parola rimasta incompresa, una profonda emozione davanti a un semplice sguardo. È incredibile come quest'esperienza ci metta di fronte a una dura realtà: quando pensiamo che i grandi siamo noi, questi ragazzi mostrano quanto possono essere forti facendoci sentire piccoli e vulnerabili. Forse è questo il vero senso della vita, non bisogna aspettarsi troppo poco, da chi in realtà può tanto.

Quest'avventura al “Piccolo Cottolengo" ci ha insegnato ancora una volta che solo donandosi agli altri e amando si riceve amore. Non siamo stati solo noi a donare amore, ma ne abbiamo ricevuto cento volte tanto attraverso i ragazzi.

Infine, come definito dal fondatore del Piccolo Cottolengo, San Luigi Orione, “Solo la carità salverà il mondo” noi abbiamo avuto la fortuna di vivere sulla nostra pelle le emozioni di questa esperienza sperimentando con mano il senso delle parole di Don Orione.

Ci auguriamo che anche altri gruppi possano donare parte del proprio tempo a questi ragazzi per essere irradiati in ugual modo dalla luce di Dio.

Letto 455 volte Ultima modifica il Mercoledì, 07 Agosto 2019 10:05

Lascia un commento

Assicurati di aver digitato tutte le informazioni richieste, evidenziate da un asterisco (*). Non è consentito codice HTML.

L'utilizzo dei cookie concorre al buon funzionamento di questo sito e favorisce il miglioramento dei servizi offerti all'utente. L'accesso ai contenuti del sito e l'utilizzo dei servizi implica accettazione dell'utilizzo dei cookie.