Dal 26 al 28 Luglio, un gruppo di Piccole Suore Missionarie della Carità e di laici ha vissuto una bella esperienza di missione nel villaggio di Gnatroa (Diocesi di Gagnoa).

Pubblicato in 2019
Venerdì, 13 Settembre 2013 07:45

Costa d’Avorio: Prima professione

13 settembre

le tre suore della prima professione mentre tagliano la tortaIeri, 12 settembre, festa del Nome di Maria, alle ore 10.00 ad Anyama le Piccole Suore Missionarie della Carità della Costa d’Avorio hanno preso parte alla solenne celebrazione per la Prima professione di Sr. Maria Jeannette Yaro,  Sr. Maria Yrène N'guessan e  Sr. M. Pauline Zida. La Santa Messa è stata celebrata da Padre Angelo Girolami (FDP) insieme ad altri 5 confratelli orionini: Padre Andriano, P. Giuseppe, P. Antonio, P. Firmino e P. Gastone. Presente anche un prete diocesano di Abobo, Padre Jean de Dieu e due seminaristi sempre diocesani.

 

Alla celebrazione, animata dal Coro "Don Orione" della Parrocchia di Anyama, sono intervenuti anche parenti e amici delle suore. La festa è poi proseguita con il pranzo fraterno al quale hanno preso parte tutti gli invitati.

Pubblicato in 2013

Sede provvisoria presso casa dei FDP.

 

PAGINA IN ALLESTIMENTO

Pubblicato in Costa D'Avorio

Anno di fondazione: 1995

Il primo contatto delle PSMC con la Costa d’Avorio è avvenuto nel 1994 quando, dietro l’invito dei Figli della Divina Provvidenza, alcuni membri del Consiglio generale delle PSMC visitarono la realtà della Costa d’Avorio e nel 1995 le prime suore aprirono una comunità.
Il primo anno la comunità ha vissuto in costa d’Avorio con l’obiettivo di prendere contatto con la gente del luogo ed imparare la lingua francese.
Nel 1996 è iniziata l’attività di apostolato con l’apertura di un dispensario ad Anyama Adjamé.
Attualmente la missione, oltre al dispensario, si occupa di dare sostegno e aiuto a bambini denutriti, anemici e malati.
Le suore cercano di operare con quello che si ha e come si può, offrendo il proprio servizio, preghiera e sostituendo a volte anche il medico.
Inoltre, nel 2000 è stata inaugurata una scuola di taglio e cucito grazie all’aiuto della ONG spagnola “Manos Unidas”. Essa permette alle ragazze che frequentano la scuola di apprendere una professione, di confrontarsi, di ricevere consiglio e di approfondire i valori morali e cristiani.
Il lavoro della missione si svolge anche in diverse attività parrocchiali e tra la gente.

Pubblicato in Costa D'Avorio

Anno di fondazione: 2005

Nel febbraio 2005, fu presentata alle PSMC da parte dei Figli della Divina Provvidenza la richiesta di occuparsi di un’opera assistenziale per handicappati lasciata loro da una laica francese. I padri esprimendo la loro impossibilità a dare seguito al lascito, chiesero alle PSMC di assumersi tale impegno.
Dopo un periodo di riflessione, il Consiglio generale delle PSMC accettò la richiesta e vedendo le condizioni in cui si trovavano i bambini handicappati ospitati, affrettarono la propria presenza per prestare il proprio soccorso.
Nell’ottobre 2005, come segno dei 10 anni di presenza in Costa d’Avorio, è nata una nuova Comunità presso la nuova opera, che canonicamente è stata eretta nel febbraio 2006.
Le Piccole Suore Missionarie della Carità svolgono apostolato, insieme alle persone ospitate che vivevano in una condizione di abbandono, sofferenza e marginalità.

Pubblicato in Costa D'Avorio

9 gennaio 2013

Le suore della Costa d’Avorio hanno celebrato il 30 dicembre l’apertura del cammino di preparazione al Centenario di fondazione delle PSMC. Ogni comunità ha celebrato nella propria cappella, ma la cerimonia di apertura, che è iniziata con l’Adorazione Eucaristica, ha seguito un programma fatto di canti, letture e preghiere stabilito insieme da tutte le comunità nella riunione che si è svolta il 27 dicembre.

Nel corso della cerimonia sono stati letti alcuni pensieri di Don Orione e gli articoli 1, 2 e 3 delle Costituzioni. Ha fatto seguito la processione della candela, deposta davanti all’altare, simbolo della luce del carisma che risplende nella Chiesa “perché vedano le opere buone e glorifichino il Padre che è nei cieli”; del fuoco della missione e della luce che illuminerà il percorso dei tre anni in preparazione al Centenario di fondazione, come segno vivo nella Chiesa di un nuovo slancio nel futuro, camminando, come diceva san Luigi Orione “con due piedi: umiltà e carità”!

La preghiera del  Magnificat, come ringraziamento al Signore per la congregazione, ha chiuso infine le varie celebrazioni.

Pubblicato in 2013

L'utilizzo dei cookie concorre al buon funzionamento di questo sito e favorisce il miglioramento dei servizi offerti all'utente. L'accesso ai contenuti del sito e l'utilizzo dei servizi implica accettazione dell'utilizzo dei cookie.