I confini

Il decennio 1924-1934 è caratterizzato dall'espandersi dell'Opera all'estero: Polonia, Rodi, Argentina, Brasile, Uruguay.
Nel settembre 1934, Don Orione compie il secondo viaggio in Sud America. Contro la disparità delle condizioni sociali, Don Orione punta al richiamo dei ricchi verso i poveri: inaugura nuovi Piccoli Cottolengo, va in Cile volando sopra le Ande, si spinge all'interno del Chaco, visita più volte l’Argentina, il Brasile, l’Uruguay.

L'utilizzo dei cookie concorre al buon funzionamento di questo sito e favorisce il miglioramento dei servizi offerti all'utente. L'accesso ai contenuti del sito e l'utilizzo dei servizi implica accettazione dell'utilizzo dei cookie.