Martedì, 03 Settembre 2019 09:19

Genova: Incontro delle animatrici Vocazionali Provincia "Mater Dei"

Vota questo articolo
(1 Vota)

Le animatrici vocazionali della Provincia "Mater Dei" si sono incontrate a Genova dal 30 agosto 1° settembre. Suor M. Chiara Pilota, incaricata dell'animazione giovanile per la Provincia "Mater Dei" ci racconta lo svolgimento dell'Incontro e le impressioni riportate.

Al termine dell’incontro annuale delle animatrici vocazionali delle comunità delle PSMC presenti in Italia, Romania e Spagna ho sentito ancora più forte la spinta a vivere la missione con i giovani come una passione e un canto che va oltre “i risultati”, le strategie, i progetti … sentendo crescere in me il desiderio di ricercare sempre, nella contemplazione e azione, quello sguardo di Dio sui giovani, della Chiesa, di Papa Francesco e lo sguardo di San Luigi Orione che nel quotidiano non sempre facile, realizzava il suo Sogno di accogliere, raggiungere, curare, sviluppare, restaurare ... la presenza del divino nell’umano “vedendo e servendo Cristo” anche nei giovani!

Nella sua azione educativa Don Orione esortava a prendersi cura dei giovani con espressioni forti e dense di paternità e di passione:

 "Io non vi raccomando le macchine; vi raccomando le anime dei giovani, la loro formazione morale, cattolica e intellettuale. Curatene lo spirito, coltivate la loro mente, educate il loro cuore!" (Lettere I, p.367).

"Amateli nel Signore come fratelli vostri, prendetevi cura della loro salute, della loro istruzione e d'ogni loro bene: sentano che voialtri vi interessate per cre­scerli (...) Non vi è terreno ingrato e sterile che, per mezzo di una lunga pazienza, non si possa finalmente ridurre a frutto; così è l'uomo". (Lettere II, p.558)

"Con ogni pia e santa e fraterna industria dobbiamo avvicinare il cuore dei giovani e farci come ragazzi con essi e, raccomandandoci a Dio, prendere in mano con grande riverenza l’anima dei giovani a noi affidati: questo è ciò che iddio e che la Chiesa chiedono a noi... In tutto facciamo comprendere ai giovani che vogliamo il verace bene e che li vogliamo morali, cristiani, educati, civili e formati tali da esser di onore a sé, alla famiglia, alla loro città e alla patria: giovani educati, onesti, laboriosi e professionalmente capaci". (Lettere I, p. 240).

Dopo un momento di verifica, di proiezione del cammino pastorale per il prossimo anno e di sincera fraternità condivisa e arricchita dalla presenza e dal contributo della Consigliera generale Sr. M. Rosa Delgado, delle novizie, pronte per iniziare il secondo anno di noviziato, di due sorelle dell’ISO (Istituto Secolare Orionino), Teresita e Grazia, abbiamo cercato, con la guida esperta del Consigliere generale don Fernando Fornerod di approfondire alcune linee emergenti dal documento finale del Sinodo sui giovani e la lettera di Papa Francesco “Cristus Vivit”.

È stato come immergersi in un percorso di tutto il popolo di Dio nella vita della Chiesa che è una vera esperienza di fraternità, una carovana solidale, un santo pellegrinaggio, una comunità in cammino.

Insieme, attraverso la riflessione a piccoli gruppi e il confronto, abbiamo sottolineato la necessità di non stancarci di chiedere al Signore, il cuore e la sensibilità di San Luigi Orione verso i giovani, impegnandoci in prima linea con quanto ci chiede il Sinodo e Papa Francesco:

  • rimanere radicati nel cammino sinodale
  • assumere l’habitus del discernimento
  • coinvolgere i giovani in un sano protagonismo
  • alimentare una sinodalità missionaria dove tutti si è coinvolti, nessuno escluso
  • riattualizzare la nostra pastorale giovanile “popolare” con alcune linee di azione: la ricerca e la crescita in una esperienza di amore fraterno e servizio ai poveri
  • promuovere tutte le vocazioni e in modo particolare quelle di speciale consacrazione
  • annunciare ai giovani le tre grandi verità: Dio è amore, Cristo ti salva, Cristo vive!
  • aiutare i giovani a scoprire il desiderio di Gesù di fare amicizia con Lui
  • accompagnare i giovani in una continua ricerca della santità.

Vale anche per me e per noi tutti famiglia carismatica orionina passare dal chiedersi: “chi sono io?” al “per chi sono io?”

IO SONO UNA MISSIONE SU QUESTA TERRA, e per questo mi trovo in questo mondo.

E amati dal Signore continuiamo il nostro cammino in mezzo ai giovani per l’unica missione della Chiesa con l’eco delle parole di don Orione:

“Voi altri siete i tagliatori delle pietre vive che formeranno il tabernacolo di Dio con gli uomini! Quale grande missione, quale grande corona vi andate lavorando per il Paradiso! Voi andate preparando gli uomini di Dio e le ammirabili ricostruzioni di Dio. Voi preparate i più bei giorni della Chiesa”. (Lett. I, 309-310) 

                                                                                                                Sr. M. Chiara Pilota

 

 Download

Letto 155 volte Ultima modifica il Martedì, 03 Settembre 2019 09:52

Lascia un commento

Assicurati di aver digitato tutte le informazioni richieste, evidenziate da un asterisco (*). Non è consentito codice HTML.

L'utilizzo dei cookie concorre al buon funzionamento di questo sito e favorisce il miglioramento dei servizi offerti all'utente. L'accesso ai contenuti del sito e l'utilizzo dei servizi implica accettazione dell'utilizzo dei cookie.